Living ABU DHABI FUORI DALL'ORDINARIO...

 

LIVING ABU DHABI

Ricorda, ogni promozione comprende Volo, Hotel e tanto altro ancora...
 

 
 

BEST DEAL

Le migliori offerte per Abu Dhabi

 
 

Richiedi Preventivo

Personalizza l’offerta e invia una richiesta di contatto, non aspettare ancora e.. prepara le valigie!
 

Scopri Abu Dhabi

Tanti motivi per vivere Abu Dhabi, preparatevi a stupirvi!

Cosa fare ad Abu Dhabi

 
 

Alla scoperta di Abu Dhabi.

L'incontro perfetto tra tradizione, cultura e modernità.

Uno stile di vita pulsante e cosmopolita contraddistingue Abu Dhabi, la straordinaria capitale degli Emirati Arabi, definita come la città dalle mille sfaccettature. La sua forza è dettata dall'incontro unico tra la tradizione araba, gli edifici moderni, un profilo culturale in progressiva crescita e un’offerta turistica adatta ad ogni tipo di viaggiatore - facendo invidia alle più blasonate città occidentali!
 
 

Un insieme di stili ed eleganza.

Uno skyline indimenticabile.

Una mescolanza di stili architettonici diversi trovano ad Abu Dhabi un nuovo livello di eleganza. Uno skyline indimenticabile apparirà ai vostri occhi: la grande moschea di Sheik Zayed si staglia all’orizzonte dall’alto della sua imponenza e risplende grazie alla prevalenza pressoché assoluta del colore bianco, le architetture uniche dei nuovi musei e gallerie d’arte, i grattacieli futuristici, i giardini lussureggianti e le fontane con i loro giochi d’acqua vi daranno un benvenuto indimenticabile!
 
 

Il magico Deserto.

Preparatevi ad una nuova emozione.

Descrivere la magia del deserto in poche parole è difficile, se non impossibile. Lo scenario del deserto muta costantemente a seconda dell’ora e delle condizioni di luce: i colori mozzafiato presenti all’alba, la spettacolarità dei tramonti, i cieli stellati della notte non potranno non offrirvi un raro spettacolo che vi conquisterà e che vi farà innamorare perdutamente di questo luogo. Per scoprire le meraviglie nascoste tra le dune, cosa di più intrigante di un’escursione o un soggiorno nel deserto?
 
 

Un nuovo polo culturale.

I musei e le gallerie d'arte vi aspettano.

Con un profilo culturale che si sta progressivamente rafforzando con la presenza di nuovi musei tra cui il Louvre, l'imminente apertura del Zayed National Museum (2020) e il Guggenheim (atteso per il 2022), insieme a gallerie d’arte di eccezionale valore, Abu Dhabi sta affermando sempre di più il suo ruolo di nuovo polo culturale internazionale dove gli amanti della cultura e delle arti contemporanee avranno a loro disposizione un palcoscenico che varia dalla tradizioni del Medio Oriente ad uno spaccato unico del mondo globalizzato.
 
 

Nel tempo libero.

Decidere cosa fare sarà il vero problema.

Grazie ad una vastissima offerta di intrattenimento, anche i più indecisi troveranno l’attività giusta per loro! Meravigliosi campi da golf (ricavati nel deserto o presso le coste), i maneggi al coperto o all’aperto, ma anche passeggiate romantiche sulla spiaggia o divertimento serale in uno dei night life presenti.
 
 

Per gli amanti dello shopping.

Più spese per tutti.

Spaziosi e ultramoderni, i centri commerciali di Abu Dhabi sono per gli amanti dello shopping, un universo da scoprire. Nella frizzante città emiratina i mall sono luoghi da frequentare in compagnia dove il divertimento continua fino a tarda notte. I centri commerciali principali offrono un’ampissima scelta sia sotto il punto di vista dello shopping che quello culinario. Non perdetevi una visita al Yas mall o anche ai caratteristici mercati tradizionali!
 
 

...e per tutta la famiglia.

Attività adatte a tutti.

Anche le famiglie potranno godere a pieno di una vacanza ad Adu Dhabi, grazie ad un ventaglio di attività completo senza limitazioni. Dal parco divertimenti di Yas Waterworld, esteso su una superficie pari a 15 campi di calcio che offre ai suoi ospiti ben 43 attrazioni, al Ferrari World Abu Dhabi che permette di far vivere, ai fan “del cavallino” e non solo, un’esperienza a dir poco unica.

Richiedi Preventivo

Personalizza l’offerta e invia una richiesta di contatto, non aspettare ancora e.. prepara le valigie!
 
 

Conoscere il territorio

Abu Dhabi è una metropoli che sorge su un arcipelago (oltre 200 isole) sulla costa del Golfo Arabico. L'Emirato omonimo ha un'estensione molto superiore sia rispetto all'area cittadina, sia rispetto a quella degli altri emirati confederati, ed è composto in gran parte da territorio desertico. Confina a Sud con l'Arabia Saudita, ad Est con l'Oman e a Nord con l'Emirato di Dubai. Abu Dhabi è la capitale degli Emirati Arabi Uniti, una confederazione di 7 sceiccati: Sharjah, Ajman, Umm Al-Qaiwain, Ras Al-Khaimah, Fujairah, Dubai e, appunto, Abu Dhabi che, come detto, è il più vasto per estensione territoriale (circa il 70% degli interi Emirati).

Il clima di Abu Dhabi, attraversata dal Tropico del Cancro, è prevalentemente arido, con temperature comprese tra i 26 gradi di giorno e i 15 gradi di notte; i fenomeni piovosi sono molto rari. La città di Abu Dhabi, dal momento che sorge sopra un arcipelago, ha un clima caldo/umido nel periodo che va da aprile a settembre. Durante questa parte dell'anno non è raro che avvengano tempeste di sabbia o che la temperatura superi i 40°C.
I mesi che vanno da ottobre a marzo sono invece più freschi e, seppur raramente, ci si può imbattere in densi fenomeni nebbiosi.
Gennaio e febbraio sono i mesi più freschi: in questo periodo sono concentrate le scarse piogge che avvengono durante l’anno.
Il resto dell’emirato ha un clima desertico estremamente caldo, sebbene le zone attorno ad Abu Dhabi City possano essere catalogate come sub-tropicali. Le temperature nelle zone turistiche oscillano, in base alla mensilità, tra i 42°C di agosto e i 13°C di gennaio.

Documenti necessari

FORMALITA' DOGANALI

È proibita l’importazione di materiale (giornali, video, riviste ecc.) che potrebbe essere considerato offensivo della morale islamica, nonché di materiale audio/video e di software pirata.

È consentita l’importazione di 400 sigarette o sigari, 2 kg di tabacco, 2 litri di liquore e 2 litri di vino; questi ultimi solo per i non musulmani e fatta eccezione per l’Emirato di Sharjah, dove le bevande alcoliche sono proibite.

EMIRATI ARABI UNITI: documenti per l'accesso al paese

Per entrare negli Emirati Arabi Uniti è necessario possedere una passaporto avente una validità residua di almeno 6 mesi dalla data di partenza del soggiorno. Al momento dell’arrivo nel paese, presso i controlli passaporti degli aeroporti, verrà apportato, senza alcun costo aggiuntivo, un visto temporaneo d’entrata.
Questa procedura è valida per i soli cittadini italiani mentre coloro che dispongono di altre cittadinanze dovranno comunicare la nazionalità durante la prenotazione per controllare l'eventuale necessità di un visto d’entrata (a pagamento e non rimborsabile in caso di esito negativo). Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata, il Consolato del Paese, presente in Italia, o, infine, presso il proprio Agente di viaggio.
Idee per viaggiare non è responsabile per mancate partenze dovute a non valida documentazione personale. Ambasciata d'Italia ad ABU DHABI: Al Nahyan Street, Al Bateen, Manaseer Area P.O. Box 46752 - Tel.: +971 2 4435622
È proibita l’importazione di materiale (giornali, video, riviste ecc.) che potrebbe essere considerato offensivo della morale islamica, nonché di materiale audio/video e di software pirata.
IMPORTANTE: l’Emirato di Sharjah rappresenta un’eccezione in seno agli EAU in quanto sono proibite, sull’intero territori dell’emirato, bevande di natura alcolica.

Ambasciata d'Italia ad Abu Dhabi
Al Rawda Area - Mubarak bin Mohammed street (12th street)-Villa 715
P.O. Box 46752 - Abu Dhabi, U.A.E.
Tel.: 00971 2 4435622
Fax:  00971 2 4453673
Cellulare di emergenza: 00971 50 8180 780
e-mail: italianembassy.abudhabi@esteri.it
Home page: www.ambabudhabi.esteri.it 

Cancelleria consolare Ambasciata d’Italia a Abu Dhabi 
(vedi Ambasciata)

Consolato Generale d’Italia a Dubai
World Trade Center 
P.O. Box 9250 Dubai
Tel.: 00971 4 3314167 
Fax Sede:  00971 4 3317469 
Cellulare d’emergenza: 00971 50 6563375
e-mail consolare: consular.dubai@esteri.it 
e-mail informazioni: info.dubai@esteri.it

TASSA DI SOGGIORNO PER DUBAI
Pagabile esclusivamente in loco, varia tra i 7 e i 20 Dirham per camera, per notte, a seconda della categoria dell'hotel.

TASSA DI SOGGIORNO PER ABU DHABI
La Tourism fee, una tassa di soggiorno obbligatoria per tutti gli ospiti di Abu Dhabi, è pari a 15 Dirham. Il costo di 15 Dirham è per notte per camera ed è indipendente dalla tipologia della sistemazione prescelta. La tassa è pagabile solo in loco al momento del check-out.

ATTENZIONE AL PASSAPORTO

Alcune destinazioni della nostra programmazione richiedono più di una pagina libera sul passaporto per l'accesso al paese. È quindi buona norma controllare, prima della partenza, di avere un numero sufficiente di pagine libere per i timbri doganali. La normativa varia da paese a paese, alcuni ne richiedono una soltanto, altri addirittura 3. L'esperienza consiglia, per sicurezza, di avere almeno 2 pagine libere in più del numero delle destinazioni visitate. Se ad esempio si visitano 2 destinazioni, è consigliato avere 4 pagine libere sul passaporto.

DOCUMENTI PER VIAGGI ALL'ESTERO DI MINORI

Tutti i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di viaggio individuale.

Per informazioni sui documenti necessari per viaggi all'estero con minori si prega di consultare il sito http://www.viaggiaresicuri.it/#/approfondimenti/documentidiviaggio 

Per conoscere la documentazione completa può essere utile anche consultare il sito della Polizia di Stato http://www.poliziadistato.it/articolo/191

VISTO D'INGRESSO PER I CITTADINI NON ITALIANI

Il visto d'ingresso per i clienti non in possesso di cittadinanza italiana è soggetto all'approvazione dell'Immigration Office di Dubai. Nel caso in cui i viaggiatori non italiani decidano di richiedere il visto tramite Idee per Viaggiare e lo stesso non venisse approvato, saranno comunque tenuti al pagamento della penale prevista dal contratto di viaggio.

L’emissione del visto è da considerarsi quindi come un servizio disgiunto dal pacchetto turistico, pertanto Idee per Viaggiare non potrà ritenersi in alcun modo responsabile della mancata approvazione ed emissione dello stesso. Il costo del visto non è rimborsabile.

Abbigliamento consigliato

In valigia non possono mancare gli abiti leggeri, possibilmente ampi, non trasparenti né succinti, senza dimenticare abiti che coprano per intero braccia e gambe. È necessario ricordare che Abu Dhabi è un paese arabo: per quanto tollerante, nei luoghi pubblici, e soprattutto in contesti come i luoghi sacri, è bene mostrarsi rispettosi della cultura della popolazione e indossare abiti che coprano gambe e braccia. Per le donne può essere una soluzione risolutiva portare con sé sciarpe, foulard o pareo coprenti in cui avvolgersi e coprirsi il capo all'occorrenza.

Il bikini e l'abbigliamento da spiaggia sono accettati nei pressi delle piscine degli hotel ma non nei luoghi pubblici della città. Il topless, inoltre, è severamente vietato, ma anche i costumi succinti non sono visti di buon occhio.

Non bisogna dimenticare di mettere in valigia un cappello, da indossare soprattutto nelle ore più calde, occhiali da sole e una buona crema solare ad elevata protezione. È bene portare sempre con sé foulard e maglie a maniche lunghe, sia per la visita dei luoghi sacri, sia per le escursioni nel deserto, con le sue forti escursioni termiche tra giorno e notte, sia per la forte aria condizionata in uso nei luoghi pubblici.

Un po' di storia

La cultura delle popolazioni originarie dell’area del Golfo Arabico è ancora avvolta nel mistero, sebbene recenti scavi archeologici degli ultimi anni abbiano fatto un po' di luce sull’area nella quale sorge l'attuale Abu Dhabi. Si sono rinvenuti reperti che risalgono al III millennio a.C, che testimoniano la presenza di insediamenti di pescatori e le peregrinazioni di pastori nomadi.
Determinante per lo sviluppo di Abu Dhabi è l'ascesa di un'importante confederazione tribale, quella dei Banu Yas, che, alla fine del XVIII secolo, prese il controllo di Dubai.
La zona litoranea degli Emirati Arabi Uniti, definita dagli europei "costa dei pirati", in quanto popolata da razziatori che colpivano le navi mercantili, venne posta sotto il controllo britannico e, a metà del 1800, con la firma della tregua che pose fine alle incursioni, si delinearono quelle linee di confine che, in futuro, avrebbero determinato gli Emirati Arabi Uniti.

Fino alla metà del XX secolo l'economia dell’allora minuto stanziamento si basava quasi interamente sull'allevamento di dromedari, la produzione di datteri e verdure, coltivati nelle oasi dell'interno di Al Aina, sulla pesca e la ricerca delle perle. La maggior parte delle costruzioni degli insediamenti di Abu Dhabi era costituita da foglie di palma, mentre le famiglie più abbienti disponevano di capanne di fango.

Con i primi rinvenimenti di petrolio, a partire dalla metà del secolo scorso, Abu Dhabi ebbe l'impulso per delineare la propria crescita. I guadagni iniziali erano relativamente scarsi, ma venne avviato il primo sviluppo edilizio delle città e, nel 1961, venne terminata la prima strada asfaltata. A seguito di un primo periodo di cauti investimenti, è con l'avvento dello sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, e con la successiva indipendenza degli Emirati Arabi Uniti, che Abu Dhabi diventò ambiziosa e imboccò la strada del suo vertiginoso sviluppo economico, architettonico, culturale.

Cultura

Abu Dhabi è lo stato più grande e popolato dei sette Emirati Arabi. Come per gli altri stati degli Emirati Arabi, anche ad Abu Dhabi solo una piccola parte della popolazione è composta da locali. Questo multiculturalismo, questa spinta verso una dimensione internazionale, ben si fonde all'ospitalità della cultura araba, da sempre crocevia di scambi commerciali.

Il fascino di queste contaminazioni emerge nella miriade di attività proposte ad Abu Dhabi: dagli eventi culturali e sportivi tradizionali, come la falconeria o le corse dai cammelli, all'intrattenimento della Formula 1 o alla collezione d'arte ospitata nel Louvre.

Questa stessa fusione di locale e internazionale, di antico e moderno, emerge anche nella cucina. Frutta secca e spezie come cannella, zafferano e curcuma, eredità della tradizione commerciale emiratina, fanno da base ai piatti tradizionali come l'al madrooba, a base di pesce salato, spezie e salse. Ma ad Abu Dhabi la cucina internazionale contemporanea si declina in ogni sua variante, per soddisfare tutti i palati.

SOGGIORNARE DURANTE IL RAMADAN

Durante il Ramadan, nei paesi di religione islamica si pratica il digiuno (Sawm) per l'intero periodo pertanto è proibito mangiare, bere e fumare dall'alba al tramonto per concentrarsi sul proprio rinnovamento spirituale. Il digiuno non è facile da sopportare, perciò chi può rallenta il ritmo. Ricordiamo che durante il Ramadan l'orario di lavoro nel paese subisce lievi variazioni, ristoranti e punti ristoro saranno chiusi fino al tramonto.

Ciò nonostante i ristoranti negli alberghi resteranno aperti durante il giorno e pasti e le bevande vengono servite in aree riservate ai non musulmani; per dimostrare solidarietà e rispetto, bisogna evitare di mangiare o bere in pubblico davanti a persone che praticano l'astinenza e rispettare sempre il momento della preghiera islamica. Centri commerciali e tradizionali Souq seguono un orario differente rispetto agli altri periodi dell'anno e di solito chiudono in mattinata, per riaprire dopo il tramonto.

Quando le ombre si allungano e il tramonto si avvicina, la vita ritorna a scorrere intensa e gli aromi riempiono le strade per onorare l'iftar (la cena dopo il digiuno). Durante questo mese l'operatività di alcuni tour ed escursioni potrebbero essere modificati senza alterarne in alcun modo il contenuto. Un'esperienza unica nel suo genere e soggiornare durante La Festa della Rottura (Id al-Fitr), festa di più giorni che segna la fine dei 30 giorni di Ramadan e l'inizio del nuovo mese lunare.

In questo paese, per la loro filosofia cosmopolita, sono molto tolleranti verso l’abbigliamento (soprattutto quello femminile) occidentale ma durante il Ramadan, per una forma di rispetto verso la popolazione locale si consiglia di indossare in pubblico un abbigliamento più consono.

Nel 2020 il mese del Ramadan sarà celebrato dal 23 aprile - 23 maggio

Vaccinazioni

Non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria ma è consigliabile consultare, con congruo anticipo sulla partenza, il sito "Viaggiare Sicuri" della Farnesina, che aggiorna costantemente l'informazione con eventuali richieste specifiche.

Viaggiando a latitudini diverse da quelle a cui siamo abituati, è consigliabile dotarsi una scorta di medicinali contro le malattie ricorrenti del turista, quali stati febbrili, mal di testa, problemi intestinali ecc.

Moneta

La moneta locale è il Dirham (AED), ma i Dollari americani e gli Euro sono accettati quasi ovunque. È consigliabile però effettuare il cambio in valuta locale, presso i cambiavalute e le banche: i primi offrono in genere condizioni migliori rispetto alle seconde.

Negli Emirati Arabi Uniti sono accettate le principali carte di credito (American Express, Diners Club, Visa, Master Card ecc) sia per quanto riguarda gli acquisti sia per noleggiare un'autovettura o negli alberghi.
Si tenga presente il fatto che pagare con carta di credito nei suk o nei negozi non consente di negoziare eventuali sconti.

Lingua

La lingua ufficiale degli Emirati Arabi Uniti è l'arabo ma l'inglese è diffuso in tutto il paese.

Fuso orario

Gli Emirati Arabi Uniti sono attraversati da un singolo fuso orario (UTC +4), l’ora locale è 3 ore in avanti rispetto a quella italiana ma quando da noi entra in vigore l’ora legale tale differenza scende a 2 ore.

Elettricità

Negli Emirati Arabi Uniti la tensione della corrente è di 220 V, con frequenza 50 Hz. È consigliabile portare con sé un adattatore universale o, perlomeno, un adattatore per le prese a spina piatta.

Prima di partire

ESCURSIONI ACQUISTATE IN LOCO

Il tour operator consiglia di controllare eventuali escursioni acquistate in loco da organizzazioni non ufficiali e da privati e, in ogni caso, resta inteso che il nostro corrispondente locale non è responsabile per i disservizi causati dall’acquisto delle stesse. Vi invitiamo pertanto ad effettuare le opportune verifiche insieme al nostro assistente locale. 

CARTA DI CREDITO A GARANZIA

Al momento del check-in in un hotel solitamente viene richiesta la carta di credito a garanzia e viene bloccata una determinata somma a titolo cauzionale. Ciò è totalmente slegato dal pagamento dei servizi effettuato dal tour operator ed è una prassi molto comune a livello internazionale. La carta di credito del cliente viene richiesta laddove l'hotel disponga di servizi opzionali a pagamento, quali il minibar, la TV via cavo, boutique o ristoranti, qualora cioè sia possibile acquistare e di conseguenza far addebitare gli importi da saldare al momento del check-out.

Attenzione!

MEDICINALI NEGLI EMIRATI ARABI UNITI

Tutti coloro che intendono recarsi negli Emirati Arabi Uniti con al seguito qualsiasi medicinale, prescritto o da banco per uso personale, dovranno osservare i requisiti specifici previsti dalle disposizioni locali affinché tali farmaci possano essere ammessi nel Paese. Se i suddetti farmaci rientrano nella categoria che gli EAU classificano come narcotici o psicotropi, controllati o semi-controllati, è necessaria l'approvazione da parte delle Autorità degli EAU. La lista aggiornata dei medicinali per i quali si applica questa regola, le quantità e i documenti da presentare, possono essere trovati sul sito web del Ministero della Sanità degli EAU (https://www.government.ae/en/information-and-services/health-and-fitness/drugs-and-controlled-medicines). L'approvazione può essere richiesta in anticipo o all'aeroporto di arrivo. Per ottenere l'approvazione prima di viaggiare è possibile procedere online utilizzando il modulo di domanda elettronico (https://www.mohap.gov.ae/en/services/Pages/361.aspx) e la guida per l'utente sul sito web del Ministero della Sanità degli EAU. Le Autorità degli EAU informano che le domande vengono normalmente elaborate entro 5 giorni lavorativi. A coloro che giungeranno negli Emirati Arabi Uniti senza preventiva approvazione verrà richiesto di presentare i documenti indicati nell'elenco sopra citato. Non è garantito che verrà concessa l'approvazione. Se si arriva negli EAU senza la preventiva approvazione o la documentazione richiesta, i farmaci al seguito del viaggiatore non saranno ammessi nel Paese e l'utente potrebbe essere perseguito in base alle vigenti disposizioni locali di legge. Per maggiori informazioni sui farmaci controllati o sulla procedura per ottenere il permesso si raccomanda l'utilizzo delle linee guida dei viaggiatori del Ministero della Sanità o di contattare direttamente tale Ministero inviando una mail a info@moh.gov.ae o chiamando il numero +971 800 11111.
L'elenco dei medicinali per i quali è necessaria la procedura di richiesta prima della partenza è disponibile all’indirizzo https://www.mohap.gov.ae/Files/MOH_Service/361/ANNEX%20TO%20TRAVELLERS%20GUIDELINES%2008-04-2019.pdf.pdf. In tutti i casi, esistono limiti alla quantità di farmaci che possono essere introdotti legalmente nel Paese. Il Ministero della Sanità consiglia di portare con sé fino a tre mesi di fornitura di farmaci come visitatore, quantità ridotta se il farmaco è incluso nell'elenco che richiede l'approvazione.

 
 
 

Segui i consigli utili di marco