viaggi Living Isole Cook
Isole Cook: un po' di storia
Isole Cook: un po' di storia

Living Isole Cook

Isole Cook: un po' di storia

Gli abitanti delle Isole Cook, di etnia maori, discendono dai nativi di Nuova Zelanda e Polinesia Francese: sono giunti sull'arcipelago grazie alla loro perizia di navigatori, a bordo di grandi canoe a doppio scafo, denominate vaka, e spinti dalla sete di scoperta. Si stima che i primi coloni giunsero a Rarotonga intorno al V secolo d.C..

I primi contatti con gli Europei avvennero dopo gli avvistamenti da parte degli esploratori spagnoli Alvaro de Mendana, che avvistò Pukapuka nel 1595, e Pedro Fernandez de Quiros, che sostò a Rakahanga nel 1606. Bisogna attendere la seconda metà del XVIII secolo perché il capitano James Cook avvisti Manuae, nel 1773, ed esplori le isole che prenderanno il suo nome. Sarà invece il capitano William Bligh ad avvistare per la prima volta Aitutaki, nel 1798, mentre dopo l'ammutinamento del Bounty il capitano dei ribelli Fletcher Christian arrivò a Rarotonga. A partire dal 1821, i missionari tentarono di imporre la vita religiosa e i costumi occidentali presso la popolazione delle Isole Cook: la cultura locale è rimasta in vita grazie agli ariki, i capi delle tribù, soprattutto nelle isole più esterne dell'arcipelago.

Nel 1888 le Isole Cook divennero parte dell'Impero Britannico, mentre nel 1901 vennero annesse alla Nuova Zelanda, fino all'indipendenza, nel 1965.

Carpe diem

Migliori offerte del mese

Personalizza il tuo viaggio
Personalizza il tuo viaggio.
Chiedi un preventivo.

Ottieni senza impegno un preventivo personalizzato per la tua vacanza.
Gli esperti di IDEE PER VIAGGIARE sono a tua disposizione per organizzare insieme a te un viaggio unico e indimenticabile.

A closer look

È bello sapere che...

Call center

Assistenza in viaggio

Contatta l'assistenza

+39 06.52098111

Numero unico di assistenza prima della partenza, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Al fine di garantirti un’accurata assistenza in caso di inconvenienti alla partenza, prendi nota di questo contatto telefonico nel caso in cui la tua agenzia di viaggi di riferimento risultasse chiusa.
Utilizza questo numero anche qualora ti trovassi all’estero e non riuscissi a contattare i nostri assistenti locali ai numeri riportati sui tuoi documenti di viaggio.