viaggi Living Rapa Nui
Cosa fare a Rapa Nui
Cosa fare a Rapa Nui

Living Rapa Nui

Cosa fare a Rapa Nui

A Rapa Nui il mistero dei volti di pietra dei moai che vigilano su questa isola brulla si intreccia con la sensazione di trovarti nel luogo abitato più remoto del mondo, disperso nelle acque del Pacifico a migliaia di chilometri dal resto dell’umanità. Scopri l’Isola di Pasqua, Patrimonio dell’UNESCO, con i nostri consigli.

Hanga Roa, il piccolo centro in cui si concentrano i servizi dell’Isola, raccoglie ristoranti e negozi di artigianato, con le scuole di immersioni e il porticciolo di pescatori che si affacciano sulla Caleta, la piccola baia. Passeggia fra le stradine di questo villaggio di case di legno, comincia a familiarizzare con la misteriosa storia dell’Isola visitando il Museo Antropologico Sebastián Englert, rilassati su una delle terrazze dei locali che guardano l’Oceano. Il tuo primo incontro con i moai puoi farlo nel complesso cerimoniale di Tahai: in questo sito le piattaforme cerimoniali chiamate ahu, sormontate dai monumentali volti di pietra vulcanica, qui restaurati, danno il loro meglio al tramonto. Il sole cala nelle acque del Pacifico allungando a dismisura le ombre della fila dei moai dell’Ahu Vai Uri.

Sulla costa Sud dell’Isola, non perdere la visita di Ahu Akahanga: in questo sito archeologico a picco sull’Oceano, oltre alle piccole abitazioni di pietra e ai forni interrati per la cottura umu, troverai dei moai abbattuti. Sono stati atterrati forse da una guerra tribale o forse da qualche violento terremoto, e quindi non apprezzi la fierezza con cui dominano l’isola, ma puoi ammirarli nel dettaglio, alla tua altezza.
Un altro dei siti archeologici che ti fanno scoprire i retroscena di questa misteriosa cultura è il vulcano Rano Raraku, che si è formato più di 300.000 anni fa e il cui cratere abbraccia una laguna di acqua dolce. Questo luogo è conosciuto come la fabbrica dei moai e qui veniva estratta e scolpita la roccia dei misteriosi monoliti. Le nicchie vuote della cava da cui venivano prelevati i blocchi di roccia vulcanica ti fanno immaginare l’opera degli antichi abitanti dell’isola, e passeggiare fra i moai a diversi stadi di lavorazione sul pendio e ai piedi del vulcano ti permette di figurarti il processo di intaglio. Venivano scolpiti a partire dal volto, e sulla parte posteriore della statua veniva lasciata una striscia sottile di pietra, simile alla chiglia di una imbarcazione, prima di essere trasportati a valle per essere rifiniti.

Goditi un momento di relax ad Anakena, a Nord dell’isola, con la sua meravigliosa spiaggia dalle acque tranquille e dalle sabbie coralline, e con i sette moai di Ahu Nau Nau, fra i meglio conservati, alcuni dei quali sono ancora sormontati dai pukao, il loro copricapo rossiccio scolpito nella roccia estratta dal cratere Puna Pau. Questi moai, benché vicinissimi alla costa, non guardano verso l’Oceano.
Gli unici volti che rivolgono lo sguardo al Pacifico li trovi invece a Ahu Akivi, sul fianco del vulcano Maunga Terevaka, il più alto dei vulcani estinti che formano Rapa Nui: vigilavano probabilmente sul villaggio che si trovava in direzione della costa.

Non solo moai: a Vinapu, invece, trovi mura megalitiche che somigliano a quelle Inca, con i loro blocchi di roccia dagli incastri perfetti. Sulla punta Sud-ovest dell’isola, poi, arroccato sulla cresta che affaccia da un lato sul cratere del vulcano Rano Kau, con la sua grande laguna, e dall’altro sulle scogliere che precipitano in mare, trovi il centro cerimoniale di Orongo. Qui è conservata la più grande concentrazione di petroglifi raffiguranti l'uomo uccello Tangata Manu, il dio creatore Make Make, e numerosi simboli della fertilità.

Se decidessi di organizzare il tuo viaggio durante la festa Tapati, all’inizio del mese di febbraio, vivrai questi miti e queste tradizioni misteriose, potrai dipingerti il corpo come gli antichi abitanti dell’isola e ascoltare i canti che ne raccontano le origini epiche, o assistere a incredibili competizioni, fra cui la costruzione di imbarcazioni e la spericolata discesa da un pendio a cavallo di grandi tronchi.

Carpe diem

Migliori offerte del mese

Personalizza il tuo viaggio
Personalizza il tuo viaggio.
Chiedi un preventivo.

Ottieni senza impegno un preventivo personalizzato per la tua vacanza.
Gli esperti di IDEE PER VIAGGIARE sono a tua disposizione per organizzare insieme a te un viaggio unico e indimenticabile.

A closer look

È bello sapere che...

Call center

Assistenza in viaggio

Contatta l'assistenza

+39 06.52098111

Numero unico di assistenza prima della partenza, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Al fine di garantirti un’accurata assistenza in caso di inconvenienti alla partenza, prendi nota di questo contatto telefonico nel caso in cui la tua agenzia di viaggi di riferimento risultasse chiusa.
Utilizza questo numero anche qualora ti trovassi all’estero e non riuscissi a contattare i nostri assistenti locali ai numeri riportati sui tuoi documenti di viaggio.