Living REUNION


Conoscere il territorio

Sul 21° parallelo in pieni Tropici in mezzo all'Oceano Indiano.

Tropicale, con due stagioni.

La stagione fresca e secca, da maggio a novembre, con temperature tra i 16° e i 25°.

La stagione calda e umida, da novembre a maggio, con temperature che variano dai 26° ai 34°.

In montagna (si raggiungono anche i 2500m) le temperature variano dai 4° ai 20°, di notte scendono anche sotto lo zero.

Da tenere presente che nei primi mesi dell'anno (stagione calda) sono possibili precipitazioni che possono anche assumere la forma di fenomeni ciclonici.

Documenti necessari

Se non sono previsti scali in paesi non appartenenti alla Comunità Europea, è sufficiente la carta d'identità valida per l’espatrio. Altrimenti è necessario il passaporto con una validità residua di almeno 6 mesi.

Reunion è un territorio d'oltremare francese (è Francia a tutti gli effetti) pertanto l'Ambasciata di riferimento è quella di Parigi. In ogni caso, per necessità, rivolgersi al consolato italiano di Saint Denis de la Reunion: - Vice Consolato Onorario, Résidence Compagnie des Indes - 20 rue de la Compagnie - App. 11  - 97400 SAINT-DENIS (LA REUNION) - Cell. : +262 (0)6 92 28 28 33

DOCUMENTI PER VIAGGI ALL'ESTERO DI MINORI

A partire dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data, i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, devono essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, o di carta d’identità valida per l’espatrio.

Al fine di agevolare l’espatrio dei cittadini in questione, oltre che di sventare il pericolo di espatri illegali degli stessi per conto di terzi, dal 2010 è prevista la possibilità di chiedere, presso gli Uffici competenti, il rilascio di una versione del passaporto sulla quale sono impressi i nomi di entrambi i genitori. Qualora tale indicazione non dovesse essere presente, prima di intraprendere il viaggio si consiglia di munirsi di un certificato di stato di famiglia o di estratto di nascita del minore da esibire in frontiera qualora le autorità lo richiedano. Si ricorda che ai sensi della Circolare 1 del 27 gennaio 2012 del Ministero degli Interni: “la carta d'identità valida per l'espatrio rilasciata ai minori di età inferiore agli anni quattordici può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci” (cit.).

Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani possono espatriare a condizione che viaggino accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci oppure che venga menzionato sul passaporto, o su una dichiarazione di accompagnamento rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione ai sensi dell’articolo 3, lettera a) della legge 21 novembre 1967, n. 1185, e vistata da un'autorità competente al rilascio (Questura in Italia, ufficio consolare all’estero), il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati.

Dal 4 giugno 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina riguardante la dichiarazione di accompagnamento, finalizzata a garantire una maggiore tutela del minore, a rendere più agevoli i controlli alle frontiere e, infine, a facilitare la presentazione della dichiarazione mediante l’utilizzo anche di modalità telematiche (mail, PEC, fax).

Si evidenziano di seguito le innovazioni principali:

  • La dichiarazione di accompagnamento può riguardareun solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore con destinazione determinata e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi;
  • Gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono indicare fino ad un massimo di due accompagnatori, che saranno tuttavia alternativi fra di loro;
  • Nel rendere la dichiarazione di accompagnamento, gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono chiedere che i nominativi degli accompagnatori, la durata del viaggio e la destinazione siano stampati sul passaporto del minore o in alternativa che tali dati siano riportati in una separata attestazione, che verrà stampata dall’Ufficio competente;
  • Nel caso in cui il minore sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, al fine di garantire la completezza e la leggibilità dei dati relativi al viaggio, è rilasciata unicamente l’attestazione. Si suggerisce, prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto, di verificare che la stessa accetti che il minore sia ad essa affidato.

Per conoscere la documentazione completa può essere utile consultare il sito della Polizia di Stato http://www.poliziadistato.it/articolo/191

ATTENZIONE AL PASSAPORTO

Alcune destinazioni della nostra programmazione richiedono più di una pagina libera sul passaporto per l'accesso al paese. È quindi buona norma controllare, prima della partenza, di avere un numero sufficiente di pagine libere per i timbri doganali.

La normativa varia da paese a paese, alcuni ne richiedono una soltanto, altri addirittura 3. L'esperienza consiglia, per sicurezza, di avere almeno due pagine libere in più del numero delle destinazioni visitate. Se ad esempio si visitano 2 destinazioni, è consigliato avere 4 pagine libere sul passaporto.

Abbigliamento consigliato

Si consiglia un abbigliamento sportivo ed informale.

Per chi effettua escursioni in montagna è necessario un pullover pesante, scarpe da trekking ed un impermeabile tascabile.

Da non dimenticare creme solari, occhiali da sole ed un cappello.

Un po' di storia

La storia dell'isola di Reunion segue necessariamente quella dell'isola di Mauritius. Scoperta nel 1512 dal navigatore portoghese Pedro de Mascarenhas, insieme a Rodrigues e Mauritius, l'isola divenne proprietà delle Francia solo nel 1642 attribuendole il nome di l'Île Bourbon.

Per anni l'isola venne utilizzata come base per i propri commerci, solo in un successivo momento venne introdotto il caffè, che tra il 1715 e il 1730 divenne il principale prodotto per l'esportazione dell'isola e di conseguenza l'economia di Réunion cambiò rapidamente.

L'isola acquistò importanza sotto il grande Mahé de La Bourdonnais, che governò dal 1735 al 1746, ma a causa della annosa rivalità tra Francia e Gran Bretagna nonché del crollo della Compagnia Francese delle Indie Orientali, nel 1764 il governo dell'isola andò direttamente alla Corona francese.

Verso la fine del XVIII sec. iniziò una profonda ribellione da parte degli schiavi che organizzati con propri capi cominciarono a lottare per la loro indipendenza. Ceduta da Napoleone agli inglesi per soli 5 anni Reunion ritorno alla Francia nel 1815.

Gli inglesi introdussero a Réunion la canna da zucchero, che in breve divenne la coltivazione principale e l'industria della vaniglia.

 

 

Vaccinazioni

Non sono richieste particolari vaccinazioni. A coloro che provengono da aree affette da febbre gialla o che abbiano solo transitato per più di 6 ore nell'aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione malattia, è richiesta obbligatoriamente la vaccinazione contro tale malattia a partire dai 9 mesi di età.

In genere l'acqua del rubinetto è sicura in tutta l'isola, tranne che nelle più remote aree rurali. Tuttavia è più prudente bere sempre acqua imbottigliata.

A Réunion potrete ricevere le cure urgenti presentando la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) chiamata Tessera Sanitaria, valida nel paese in quanto Dipartimento francese d'oltremare.

Si consiglia di portare sempre con sé una piccola farmacia da viaggio e di stipulare, comunque, un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese.

Moneta

Euro. Sono accettate tutte le carte di credito .

Lingua

Francese, inglese e creolo.

Fuso orario

3 ore in più quando in Italia vige l'ora solare, scendono a 2 quando da noi vige l'ora legale.

Elettricità

220 volts. Consigliamo un adattatore a tre lamelle (inglese).

Prima di partire

CARTA DI CREDITO A GARANZIA

Al momento del Check-in in un hotel potrebbe capitare, di vedersi richiedere la Carta di Credito a garanzia. Ciò è totalmente slegato dal pagamento dei servizi effettuato dal Tour Operator ed è una prassi molto comune a livello internazionale. La carta di credito del cliente, viene richiesta, laddove l'hotel disponga di servizi opzionali a pagamento, quali il Minibar, la TV via Cavo, Boutique o Ristoranti, dove è possibile acquistare e di conseguenza far addebitare gli importi da saldare al momento del Check-out. Di conseguenza non meravigliatevi se al momento dell'accettazione, vi viene addebitato un importo. Lo stesso non è definitivo ma trattasi di deposito cauzionale in valuta che verrà "conguagliato" con l'importo definitivo delle eventuali spese sostenute. Soltanto in quel momento, la struttura alberghiera tratterà il definitivo importo.

ESCURSIONI

Il Tour Operator consiglia di controllare eventuali escursioni acquistate in loco da organizzazioni non ufficiali e da privati e, in ogni caso, resta inteso che il nostro corrispondente locale non è responsabile per i disservizi causati dall’acquisto delle stesse. Vi invitiamo pertanto ad effettuare le opportune verifiche insieme al nostro assistente locale ed, eventualmente, a pianificare le escursioni così come l'eventuale noleggio di un'autovettura. Il Tour Operator comunica inoltre che non ha alc.un interesse diretto sulle vendite delle stesse.

ANIMALI NON COMUNI NELLA NOSTRA QUOTIDIANITA'

Ogni luogo ha la sua natura... e mentre Voi osservate la natura, la natura sta osservando Voi!

La vegetazione rigogliosa del paese è l’habitat naturale di molte specie animali, non pericolose per l’uomo. L’esistenza di un ecosistema tropicale non esclude la diffusione di piccoli ratti che ogni tanto fanno capolino nelle vicinanze dei resort o degli alberghi, attratti dal calore e dalla possibilità di trovare del cibo.

Il geco, che fa la sua comparsa dopo il tramonto, è molto comune in tutte le zone a clima temperato e svolge una funzione importante perché si ciba di insetti parassiti e spesso diventa parte delle mura domestiche.

Tra le specie comuni può essere inoltre annoverata anche la volpe volante, un pipistrello notturno del tutto innocuo che si ciba principalmente della frutta che si trova sulle cime degli alberi e delle palme (soprattutto alle Maldive, alle Seychelles ed in alcune isole caraibiche).

È possibile incontrare anche insetti di piccole dimensioni assolutamente non velenosi. Non può essere perciò completamente esclusa la possibilità che nella propria camera possano introdursi, magari dopo aver lasciato aperta la finestra, piccolissimi insetti. Ciò non denota una carenza di pulizia da parte della struttura ma è semplicemente frutto della natura che circonda la maggioranza dei resort che periodicamente utilizzano prodotti per tenerli lontani.

Si consiglia in ogni caso di munirsi di repellenti e di adottare le normali precauzioni.