viaggi Living Ecuador e Galápagos
Cosa fare in Ecuador
Cosa fare in Ecuador

Living Ecuador e Galápagos

Cosa fare in Ecuador

La foresta equatoriale e le cime di antichi vulcani imbiancate di neve, le onde del Pacifico, le rocce laviche e le spiagge coralline delle Galápagos, popolate da una fauna unica al mondo, fra tartarughe giganti, iguane e pinguini: l’Ecuador è un piccolo Paese che ospita tanti mondi, scoprilo con i nostri consigli!

Con ogni probabilità, il tuo primo incontro con l’Ecuador avverrà a Quito, la capitale. A 2.850 metri sul livello del mare, Quito è armoniosamente distribuita in una conca sulle pendici del vulcano Pichincha, come un’onda di colore che si riversa nel verde delle montagne. Il percorso necessario per raggiungere il cuore della città ti consente di familiarizzare con questo Paese, a partire dalle modeste case di cemento delle periferie, aggrappate ai saliscendi delle montagne, fino alle vie vivaci del centro e al labirinto di viuzze del nucleo storico, che raccoglie eredità preincaiche, incaiche e coloniali, in un mix unico in perfetto stato di conservazione che è valso alla città la nomina a Patrimonio dell’UNESCO. Non perdere una visita alla chiesa barocca della Compañía de Jesús, ispirata alla Chiesa del Gesù di Roma, un trionfo d’oro: se guardi con attenzione, sulla porta principale vedi l’immagine del sole, un tributo alle credenze Inca, e fra le decorazioni scopri piante endemiche e volti indigeni. Non mancare nemmeno la chiesa di San Francisco, con la sua veneratissima statua della Madonna ballerina, e San Agustin: riesci a scovare gli ananas ornamentali? Della neogotica Basilica del Voto Nacional ti sorprendono i doccioni che, in luogo di mostruosità mitologiche, raffigurano la fauna locale, con caimani, tartarughe, armadilli, scimmie, puma, colibrì e cormorani. Dal complesso di edifici affacciati sulla Plaza Grande, con la cattedrale, il palazzo arcivescovile, il palazzo di Carondelet, attuale sede del governo, perditi poi fra le belle stradine, gli edifici coloniali restaurati e le plaza, dove puoi respirare la vivace atmosfera animata da venditori ambulanti, dalla gente locale a passeggio e dai clacson degli onnipresenti taxi gialli. E ancora, vivi il fermento di Calle de la Ronda, piena di artisti e artigiani e la vita serale frizzante della Mariscal, esplora i tanti parchi cittadini e il monumento a la Mitad del Mundo, che segna la latitudine 0!

Dai quasi tremila metri di Quito, poi, puoi iniziare a salire: prima per abbracciare la città con uno sguardo dal Panecillo, all’ombra della Virgen alata alta 45 metri, poi lasciandoti sollevare dal TelefériQo per saggiare il brivido delle altitudini e raggiungere gli oltre 4.000 metri del punto di arrivo a Cruz Loma, sotto la cima del vulcano Picincha. Da qui, oltre ad osservare la città distendersi ai tuoi piedi, in un giorno limpido puoi ammirare 14 vulcani e vette.

Un’altra splendida città andina è Cuenca, che come Quito è stata dichiarata Patrimonio dell’UNESCO. Qui ti puoi godere un clima rilassato e tradizionale, fra strade di ciottoli, le facciate colorate degli edifici coloniali e il vivace mercato dei fiori, nella piccola piazza di fronte all'ingresso della chiesa El Carmen de la Asuncion. Nel centro storico, non perdere la Iglesia del Sagrario (la vecchia cattedrale, ora sconsacrata) e la Cattedrale dell'Immacolata, con le sue cupole blu, e se vuoi intraprendere un percorso lungo il filone delle tradizioni artistiche dell’Ecuador visita il Centro Interamericano de Artesanías y Artes Populares (CIDAP) e il Museo Municipal de Arte Moderno, che dà spazio alle avanguardie. Non dimenticare poi di visitare le botteghe artigiane e i mercati della città per trovare il panama giusto per te: questo copricapo, realizzato con una tecnica tradizionale riconosciuta Patrimonio dell’UNESCO, è originario dell’Ecuador, e Cuenca è il posto migliore per accaparrarsene uno!

Molti dei voli per le Isole Galápagos, poi, fanno scalo o partono da Guayaquil: un’ottima occasione per apprezzare questa grande città portuale vicina alla foce del fiume Guayas, investita da imponenti progetti di rinnovamento urbanistico. Il Malecon 2000, il lungofiume, ti invita a piacevoli passeggiate, mentre nel Parco del Centenario puoi fotografare le curiose e inoffensive iguane. Nello storico barrio La Penas, un pittoresco quartiere che sembra un villaggio di pescatori, un tempo zona malfamata e oggi ricco di bar e ristoranti alla moda, percepisci davvero il dinamismo della città e la sua spinta al cambiamento.

Se le città sono un punto di riferimento, il tuo viaggio in Ecuador sarà soprattutto una avventura fra panorami, climi e atmosfere molto diversi fra loro.
Puoi esplorarli seguendo i tracciati classici, come la Panamericana, la strada che percorre tutte le Americhe, che taglia l’Ecuador da Nord a Sud e che intercetta la spettacolare Avenida de Los Volcanes una lunga serie di vulcani, alcuni dei quali ancora attivi, distribuiti lungo una direttrice che va da Quito a Cuenca, individuata dall’esploratore tedesco Alexander von Humboldt all’inizio del 1800. Qui spazi fra altipiani erbosi, che in Ecuador chiamano páramo, e vallate fertili, imponenti massicci vulcanici e giganti innevati o incappucciati dalle nuvole. E, ancora, incontri laghi glaciali o originati da antichi crateri, le cui acque riflettono cieli mai così vicini. Ti senti minuscolo ai piedi del Chimborazo, la cui cima è il punto più lontano dal centro della Terra, e ti sorprende la forma perfetta del cono del Cotopaxi, che con il suo Parque Nacional ti consente di scoprire il mondo della sierra, tra lama e alpaca, puma e colibrì. Il Tungurahua, risvegliatosi pochi anni fa, è un continuo ribollire che incombe sul Parque Nacional Sangay, patrimonio dell’UNESCO, e in particolare sulla bella cittadina termale di Banos, annidata tra le montagne a metà strada tra le Ande e l’Amazzonia, tra cime e foreste, tra ghiacciai, lava e foresta pluviale. Se il fuoco è l’elemento del Parco Sangay, l’acqua caratterizza il Parco Nazionale Cajas, quasi 30mila ettari ad altitudini tra i 3.000 e i 4.000 metri, dove la ruvida bellezza del pàramo è punteggiata da decine e decine di laghetti scavati da antichi ghiacciai.

Puoi calarti in questi paesaggi anche salendo a bordo di treni storici come il Treno della Libertà, che da Ibarra, la “Ciudad Blanca”, raggiunge Salinas, fra cascate e ponti sospesi su profondi canyon, gallerie scavate nelle montagne e piantagioni di canna da zucchero, dove si concentrava la comunità afroecuadoriana, impiegata nell’agricoltura. Un’altra esperienza che corre sui binari di storiche ferrovie è la tratta "Nariz del Diablo", in un breve ma ardito percorso costruito alla fine del 1800 a metà strada tra la città di Riobamba e quella di Guayaquil. Questo tratto di ferrovia si inerpica arditamente sui fianchi della montagna sfidando la forza di gravità con un percorso a zig zag e ti regala viste uniche delle Ande.

Oltre che un concentrato di ambienti e paesaggi, l’Ecuador è anche un concentrato di tradizioni. Visita comunità indigene come quella del pueblo Karanki, che vive alla falde del vulcano Imbabura, e scoprirai il significato profondo delle decorazioni dei coloratissimi tessuti, assaggerai piatti tipici, ti immergerai in una quotidianità che scorre in armonia con la Pacha Mama, la Madre Terra. Nei mercati come quello di Otavalo, poi, impari l’arte della contrattazione: conquistarsi un poncho di lana, un copricapo, un prezioso tessuto seguendo le regole del gioco ti dà una soddisfazione che va al di là del valore monetario!

Il tuo viaggio in Ecuador, inoltre, può includere anche una crociera alle Isole Galápagos, un altro dei volti di questo straordinario Paese: non perderti un’avventura in questo mondo fuori dal mondo, dove l’evoluzione ha imboccato la propria strada e dove puoi trovare una flora e una fauna uniche, dalle iguane marine ai fringuelli noti per aver ispirato la teoria di Darwin, dalle tartarughe giganti ai leoni marini, passando per i pinguini!

Personalizza il tuo viaggio
Personalizza il tuo viaggio.
Chiedi un preventivo.

Ottieni senza impegno un preventivo personalizzato per la tua vacanza.
Gli esperti di IDEE PER VIAGGIARE sono a tua disposizione per organizzare insieme a te un viaggio unico e indimenticabile.

A closer look

È bello sapere che...

Call center

Assistenza in viaggio

Contatta l'assistenza

+39 06.56559866 sempre attivo (24/7)

+39 06.52098111 sempre attivo (24/7)

helpline@ideeperviaggiare.com

Al fine di garantirti un’accurata assistenza per ogni eventualità, prendi nota di questi contatti nel caso in cui la tua agenzia di viaggi di riferimento risultasse chiusa.
I contatti sono validi anche qualora ti trovassi all’estero e non riuscissi a contattare i nostri assistenti locali ai numeri riportati sui tuoi documenti di viaggio.