Living Indonesia Indonesia


Conoscere il territorio

Le frontiere terrestri del paese sono con la Malesia nell'isola del Borneo, con Papua Nuova Guinea nell'isola di Nuova Guinea, e con Timor Est.

Situata sull'equatore, l'Indonesia ha un clima caldo umido con temperature medie di circa 28°C tutto l'anno. Vi sono due stagioni distinte: quella secca che va da aprile ad ottobre e quella monsonica che va da novembre a marzo con piogge prevalenti in gennaio e febbraio.

La differente altitudine e l'enorme estensione dell'arcipelago influiscono notevolmente sulle caratteristiche del clima: sopra i 1.000m la temperatura non è mai molto elevata e di notte fa freddo.

In genere il clima tende ad essere più caldo e umido di giorno e più temperato la notte.

Documenti necessari

Le frontiere terrestri del paese sono con la Malesia nell'isola del Borneo, con Papua Nuova Guinea nell'isola di Nuova Guinea, e con Timor Est.

DOCUMENTI PER VIAGGI ALL'ESTERO DI MINORI

A partire dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data, i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, devono essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, o di carta d’identità valida per l’espatrio.

Al fine di agevolare l’espatrio dei cittadini in questione, oltre che di sventare il pericolo di espatri illegali degli stessi per conto di terzi, dal 2010 è prevista la possibilità di chiedere, presso gli Uffici competenti, il rilascio di una versione del passaporto sulla quale sono impressi i nomi di entrambi i genitori. Qualora tale indicazione non dovesse essere presente, prima di intraprendere il viaggio si consiglia di munirsi di un certificato di stato di famiglia o di estratto di nascita del minore da esibire in frontiera qualora le autorità lo richiedano. Si ricorda che ai sensi della Circolare 1 del 27 gennaio 2012 del Ministero degli Interni: “la carta d'identità valida per l'espatrio rilasciata ai minori di età inferiore agli anni quattordici può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci” (cit.).

Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani possono espatriare a condizione che viaggino accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci oppure che venga menzionato sul passaporto, o su una dichiarazione di accompagnamento rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione ai sensi dell’articolo 3, lettera a) della legge 21 novembre 1967, n. 1185, e vistata da un'autorità competente al rilascio (Questura in Italia, ufficio consolare all’estero), il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati.

Dal 4 giugno 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina riguardante la dichiarazione di accompagnamento, finalizzata a garantire una maggiore tutela del minore, a rendere più agevoli i controlli alle frontiere e, infine, a facilitare la presentazione della dichiarazione mediante l’utilizzo anche di modalità telematiche (mail, PEC, fax).

Si evidenziano di seguito le innovazioni principali:

  • La dichiarazione di accompagnamento può riguardareun solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore con destinazione determinata e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi;
  • Gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono indicare fino ad un massimo di due accompagnatori, che saranno tuttavia alternativi fra di loro;
  • Nel rendere la dichiarazione di accompagnamento, gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono chiedere che i nominativi degli accompagnatori, la durata del viaggio e la destinazione siano stampati sul passaporto del minore o in alternativa che tali dati siano riportati in una separata attestazione, che verrà stampata dall’Ufficio competente;
  • Nel caso in cui il minore sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, al fine di garantire la completezza e la leggibilità dei dati relativi al viaggio, è rilasciata unicamente l’attestazione. Si suggerisce, prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto, di verificare che la stessa accetti che il minore sia ad essa affidato.

Per conoscere la documentazione completa può essere utile consultare il sito della Polizia di Stato http://www.poliziadistato.it/articolo/191

VISTI DI INGRESSO

IMPORTANTE: 

Il visto d'ingresso è soggetto all'approvazione dell'Immigration Office. Nel caso lo stesso non venisse approvato, i clienti saranno comunque tenuti al pagamento della penale prevista da contratto di viaggio (100% di penale). Il costo del visto non è rimborsabile. L'emissione del visto è da considerarsi quindi come un servizio disgiunto dal pacchetto turistico pertanto Idee per Viaggiare non potrà ritenersi in alcun modo responsabile della mancata approvazione ed emissione del visto stesso.

Attendiamo quindi tutta la documentazione necessaria per la richiesta del visto. Un eventuale ulteriore ritardo nell'invio della stessa rischia di comportare il definitivo mancato rilascio del visto.

I Signori partecipanti ad un viaggio da noi organizzato sono tenuti ad informarsi, in base alla propria nazionalità sull'eventuale necessità di richiedere un visto turistico d'entrata per il Paese visitato. Il Tour Operator non è responsabile per mancati imbarchi per documenti di espatrio non in regola.

ATTENZIONE AL PASSAPORTO

Alcune destinazioni della nostra programmazione richiedono più di una pagina libera sul passaporto per l'accesso al paese. È quindi buona norma controllare, prima della partenza, di avere un numero sufficiente di pagine libere per i timbri doganali.

La normativa varia da paese a paese, alcuni ne richiedono una soltanto, altri addirittura 3. L'esperienza consiglia, per sicurezza, di avere almeno due pagine libere in più del numero delle destinazioni visitate. Se ad esempio si visitano 2 destinazioni, è consigliato avere 4 pagine libere sul passaporto.

Abbigliamento consigliato

E' consigliato mettere in valigia un abbigliamento pratico con abiti in cotone o lino, scarpe comode o scarponcini da trekking per escursioni nelle foreste.

Per visitare alcuni templi e assistere a particolari cerimonie indù, è bene usare un abbigliamento consono ai luoghi. Per l'ingresso nei templi induisti è necessario indossare un pareo (un "sarong") che copra il corpo dalla vita in giù. Se ne può comunque sempre noleggiare uno all'ingresso dei templi, con un modestissimo pagamento.

Un po' di storia

L'interesse commerciale verso la regione dell'arcipelago indonesiano risale almeno al VII secolo, quando il Regno Srivijaya già commerciava con la Cina e l'India. I sovrani locali adottarono gradualmente dall’India il modello culturale, religioso e politico fin dai primi secoli dopo Cristo, con la fioritura di regni indù e buddhisti.

La storia indonesiana è stata influenzata dalle potenze straniere, interessate alle grandi risorse naturali che poteva offrire questa terra. L’Islam fu introdotto dai mercanti stranieri e le potenze europee combatterono l'un l'altra al fine di monopolizzare il commercio delle isole della Sonda e delle Molucche durante l'Età delle Scoperte. Dopo tre secoli e mezzo di colonialismo olandese, l’Indonesia si assicurò la propria indipendenza dopo la Seconda guerra mondiale.

La storia recente dell’arcipelago si è subito dimostrata turbolenta, con sfide poste da calamità naturali, dal problema del separatismo, dal processo di democratizzazione, e dai periodi di rapido mutamento economico.

Attraverso le sue numerose isole, l’Indonesia si compone di svariati gruppi etnici, linguistici, religiosi. Quello giavanese è il gruppo etnico più numeroso e dominante. Come stato unitario e nazione, l'Indonesia ha sviluppato un’identità condivisa basata su una lingua nazionale, una diversità etnica, un pluralismo religioso all'interno di una popolazione a maggioranza musulmana, e una storia di colonialismo e ribellione ad esso.

Il motto nazionale indonesiano, che si trova sorretto dalla leggendaria Garuda, ossia l'aquila mitologica che ne orna il blasone, è emblematico in questo senso: Bhinneka tunggal ika ("Unità nella diversità", letteralmente “Molti, ma uno"). Tuttavia le tensioni settarie e il separatismo hanno portato a scontri violenti che hanno talvolta compromesso la stabilità politica ed economica.

Vaccinazioni

Nessuna vaccinazione obbligatoria è prevista ma è comunque consigliabile avere una copertura assicurativa di viaggio internazionale durante i viaggi in Indonesia.

Moneta

La moneta locale è la Rupia Indonesiana (Rp). Il cambio attuale (Aprile 2018 è circa 16.800 Rp per 1 €).

Lingua

Il Bahasa Indonesia è la lingua ufficiale. le lingue europee più diffuse sono l'inglese e il tedesco.

Fuso orario

+6 rispetto all'Italia Sumatra e Giava, +7 Bali, Lombok e isole vicine

Elettricità

220 volts

Prima di partire

TRASFERIMENTO E ASSISTENZA IN INDONESIA In arrivo all'aeroporto Internazionale in Bali (Denpasar), dopo aver sbrigato le formalità doganali e ritirato il vostro bagaglio, incontrerete un rappresentante del nostro Corrispondente locale PACTO BALI che sarà a vostra disposizione per darvi la necessaria assistenza e provedera' al trasferimento in albergo. All'arrivo in altri aeroporti Indonesiani diversi da Bali, dopo aver sbrigato le formalità doganali e ritirato il vostro bagaglio, incontrerete un rappresentante del nostro Corrispondente locale PACTO BALI che sarà a vostra disposizione per darvi la necessaria assistenza. Il trasferimento in albergo sara' effettuato con solo autista. In caso non riusciate ad individuare il Rappresentante, Vi preghiamo di voler contattare il nostro corrispondente locale ai numeri di emergenza (assistenza 24h): Alessio Manganaro (0062) 818 07 9999 41 in italiano Wayan Ribawa (0062) 81999 034352 in inglese VISTO D'INGRESSO INDONESIA Passaporto con validità di almeno sei mesi dalla data d'ingresso, I viaggiatori di nazionalità italiana possono permanere in Indonesia per un massimo di 30 giorni a partire dal giorno d'arrivo, quindi senza fare richiesta di visto , ma solo ed esclusivamente per l'arrivo e la partenze internazionali dai seguenti aeroporti: ESENTI DA VISTO: HUSEIN SASTRANEGARA - BANDUNG SEPINGGAN - BALIKPAPAN SULTAN ISKANDAR MUDA - ACEH SOEKARNO - HATTA - JAKARTA HALIM PERDANA KUSUMAH - JAKARTA NGURAH RAI - BALI HANG NADIM - BATAM ADISUCIPTO - JOGJAKARTA ELTARI - KUPANG SAM RATULANGI - MANADO KUALA NAMU - MEDAN MINANGKABAU - PADANG SULTAN SYARIF KASIM II - PEKANBARU SULTAN MAHMUD BADARUDDIN - PALEMBANG ADISUMARMO - SURAKARTA AHMAD YANI - SEMARANG JUANDA - SURABAYA SULTAN HASANUDDIN - MAKASSAR POLONIA - MEDAN Tutto gli altri aeroporti: NON ESENTI DA VISTO Per arrivi o partenze internazionali da aeroporti diversi (NON ESENTI DA VISTO) e' obbligatorio fare richiesta del visto (VOA Visa on Arrival) dietro pagamento di USD 35 a persona direttamente all'arrivo, sempre con validita' massima di 30 giorni a partire dal giorno d'arrivo. ESEMPIO 1: Entrata da un'aeroporto esente da visto ed uscita da un'aeroporto (lo stesso o diverso) sempre esente da visto: NO VISTO ESEMPIO 2: Entrata da un'aeroporto non esente da visto ed uscita da un'aeroporto sempre non esente da visto (lo stesso o diverso) : SI VISTO all'arrivo (VOA) dietro pagamento di USD 35 ESEMPIO 3: Entrata da un'aeroporto esente da visto ed uscita da un'aeroporto non esente da visto: SI VISTO all'arrivo (VOA) dietro pagamento di USD 35 ESEMPIO 4: Entrata da un'aeroporto non esente da visto ed uscita da un'aeroporto esente da visto: SI VISTO all'arrivo (VOA) dietro pagamento di USD 35 NEL CASO ''3'' : E' OBBLIGATORIO FARE RICHIESTA ALLE AUTORITA' AEROPORTUALI COMPETENTI PER L'OTTENIMENTO DEL VISTO IMMEDIATAMENTE ALL'ARRIVO E PRIMA DEL RITIRO BAGAGLIO (ARRIVANDO IN UN AEROPORTO ESENTE DA VISTO NON LO FANNO IN AUTOMATICO, QUINDI SE NON RICHIESTO ESPRESSAMENTE NON VERRA' RILASCIATO) NEL CASO DI MANCATO VISTO, LA PARTENZA INTERNAZIONALE DA UN AEROPORTO NON ESENTE DA VISTO NON SARA' POSSIBILE, ANCHE CON BIGLIETTO EMESSO E LE AUTORITA' DOGANALI NON PERMETTERANNO L'IMBARCO Per un soggiorno superiore ai 30 giorni sarà invece necessario farne richiesta prima della partenza presentando, fra gli altri documenti, il passaporto con una validità residua di almeno sei mesi e il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio. Per maggiori informazioni sui tempi, costi e procedure di rilascio dei visti, contattate la sezione consolare dell'Ambasciata indonesiana in Italia: (tel. 06 420 0911; fax 06 488 0280; indorom@uni.net; www.indonesianembassy.it; Via Campania 55, 00187 Roma). Ambasciata d'Italia a JAKARTA: Jalan Diponegoro no. 45, Menteng Jakarta 10310 SISTEMAZIONI Per tutte le sistemazioni alberghiere, le camere doppie dispongono di due letti separati o di un solo letto matrimoniale. Le camere usualmente chiamate Triple sono generalmente camere doppie con l'aggiunta di una sistemazione per la terza persona che potrebbe essere una brandina, un sofa bed (letto derivato da un sofa pre esistente), un futon (materasso a terra) o la condivisione dei letti esistenti nel caso di bambini al di sotto dei 12 anni. RAMADAN 2016 Il mese del Ramadan per il 2018 inizia il 16 Maggio e termina il 14 Giugno

CARTA DI CREDITO A GARANZIA

Al momento del Check-in in un hotel potrebbe capitare, di vedersi richiedere la Carta di Credito a garanzia. Ciò è totalmente slegato dal pagamento dei servizi effettuato dal Tour Operator ed è una prassi molto comune a livello internazionale. La carta di credito del cliente, viene richiesta, laddove l'hotel disponga di servizi opzionali a pagamento, quali il Minibar, la TV via Cavo, Boutique o Ristoranti, dove è possibile acquistare e di conseguenza far addebitare gli importi da saldare al momento del Check-out. Di conseguenza non meravigliatevi se al momento dell'accettazione, vi viene addebitato un importo. Lo stesso non è definitivo ma trattasi di deposito cauzionale in valuta che verrà "conguagliato" con l'importo definitivo delle eventuali spese sostenute. Soltanto in quel momento, la struttura alberghiera tratterà il definitivo importo.

ESCURSIONI

Il Tour Operator consiglia di controllare eventuali escursioni acquistate in loco da organizzazioni non ufficiali e da privati e, in ogni caso, resta inteso che il nostro corrispondente locale non è responsabile per i disservizi causati dall’acquisto delle stesse. Vi invitiamo pertanto ad effettuare le opportune verifiche insieme al nostro assistente locale ed, eventualmente, a pianificare le escursioni così come l'eventuale noleggio di un'autovettura. Il Tour Operator comunica inoltre che non ha alc.un interesse diretto sulle vendite delle stesse.

TOURS

Per i tours collettivi e/o esclusivi IPV si garantisce la partenza con un minimo di 2 partecipanti fino a 30 giorni prima della partenza del tour, al di sotto dei 30 giorni alla partenza dello stesso sarà tutto su richiesta.
Gli hotels previsti dal tour possono essere sostituiti con altri di pari categoria in base alla disponibilità al momento della prenotazione. Ricordiamo che alcune date di partenza potrebbero prevedere un  numero di partecipanti superiore al previsto ed utilizzare mezzi alternativi ai minivan (pullman)

I partecipanti ai tours

I tours collettivi prevedono la condivisione con altri viaggiatori prenotati da altri tour operators mentre i tours esclusivi sono in condivisione con altri viaggiatori prenotati solo ed esclusivamente da Idee per Viaggiare.

Nel caso in cui siano presenti viaggiatori che soggiornano in hotels diversi (dipende dalla data in cui hanno prenotato e la disponibilità dell’hotel al momento) la guida accompagnerà tutti i clienti fermandosi in ogni hotel previsto dalla specifica partenza, rispettando un itinerario logistico a seconda della posizione degli hotels (il pullman o minivan farà le varie tappe per accompagnare ognuno dei partecipanti).

ANIMALI NON COMUNI NELLA NOSTRA QUOTIDIANITA'

Ogni luogo ha la sua natura... e mentre Voi osservate la natura, la natura sta osservando Voi!

La vegetazione rigogliosa del paese è l’habitat naturale di molte specie animali, non pericolose per l’uomo. L’esistenza di un ecosistema tropicale non esclude la diffusione di piccoli ratti che ogni tanto fanno capolino nelle vicinanze dei resort o degli alberghi, attratti dal calore e dalla possibilità di trovare del cibo.

Il geco, che fa la sua comparsa dopo il tramonto, è molto comune in tutte le zone a clima temperato e svolge una funzione importante perché si ciba di insetti parassiti e spesso diventa parte delle mura domestiche.

Tra le specie comuni può essere inoltre annoverata anche la volpe volante, un pipistrello notturno del tutto innocuo che si ciba principalmente della frutta che si trova sulle cime degli alberi e delle palme (soprattutto alle Maldive, alle Seychelles ed in alcune isole caraibiche).

È possibile incontrare anche insetti di piccole dimensioni assolutamente non velenosi. Non può essere perciò completamente esclusa la possibilità che nella propria camera possano introdursi, magari dopo aver lasciato aperta la finestra, piccolissimi insetti. Ciò non denota una carenza di pulizia da parte della struttura ma è semplicemente frutto della natura che circonda la maggioranza dei resort che periodicamente utilizzano prodotti per tenerli lontani.

Si consiglia in ogni caso di munirsi di repellenti e di adottare le normali precauzioni.

 
 
 

Segui i consigli utili di loredana