viaggi Living Canada
Cultura e popolazione
Cultura e popolazione

Living Canada

Cultura e popolazione

La società canadese è il prodotto di innumerevoli ondate migratorie che, a partire dalle prime esplorazioni della fine del 1400, hanno finito col rendere il Paese uno degli stati più multietnici del Pianeta. I coloni, per secoli, provennero quasi esclusivamente da Gran Bretagna, Irlanda e Francia, sovrapponendosi, gradualmente, alle popolazioni autoctone che si vedevano progressivamente confinate negli esigui spazi delle riserve. La dicotomia tra Canada francese e Canada anglosassone, di origine storico-politica, ha segnato la storia canadese almeno fino alla fine della seconda guerra mondiale. Solo successivamente la società canadese, sul piano sia etnico sia linguistico, è diventata plurale, sotto l’impulso delle politiche migratorie e della attenzione per i popoli nativi, oltre che per la loro cultura.

Il Canadian Citizenship Act (1946) fu la prima legge al mondo a non prevedere differenziazioni tra cittadini per nascita e naturalizzazione, mentre l’Immigration Act (1967) fu il primo ad abolire quote per l'immigrazione sulla base di fattori quali religione, cultura e provenienza geografica. A partire da tali leggi, a partire dal secondo dopoguerra, il Canada ha accolto un numero di immigrati superiore, in valore assoluto, a quello di qualsiasi altro Paese. Nel 2001, oltre alle lingue dei popoli autoctoni, al francese e all’inglese, in Canada erano parlate più di 100 lingue.
Il multiculturalismo è quindi diventato un tratto caratteristico della società canadese, ampiamente propagandato dal governo come un contributo che il Canada offre alle sfide di un mondo globalizzato.

Accanto allo sviluppo delle politiche multiculturali si è assistito, a partire dagli anni ’60, a una rinnovata attenzione ai popoli autoctoni (riconosciuti con i nomi collettivi di Aboriginal People, First Nations o Native People). Complessivamente gli Indiani, gli Inuit e i meticci rappresentano, ad oggi, circa il 3% della popolazione canadese. Gli Indiani pellerossa, appartenenti a 608 diverse realtà tribali, rappresentano il gruppo indigeno più numeroso. Si contano circa 700.000 pellerossa cosiddetti “registrati”, ovvero iscritti in un apposito registro che li autorizza a vivere in una delle 2.370 riserve e a sfruttarne le risorse naturali. I pellerossa “non registrati” e i meticci ammontano, complessivamente, a circa 200.000 / 300.000, mentre gli Inuit, nativi della regione artica/sub-artica, si contano in circa 118.420 individui. La distribuzione territoriale non è omogenea in quanto i pellerossa “registrati” rappresentavano, al 1999, un quarto della popolazione dei Territori del Nord-Ovest e dello Yukon, il 2% di quella dell’Ontario, l’1% di quella del Manitoba e oltre l’85% di quella del Nunavut.

Carpe diem

Migliori offerte del mese

Personalizza il tuo viaggio
Personalizza il tuo viaggio.
Chiedi un preventivo.

Ottieni senza impegno un preventivo personalizzato per la tua vacanza.
Gli esperti di IDEE PER VIAGGIARE sono a tua disposizione per organizzare insieme a te un viaggio unico e indimenticabile.

A closer look

È bello sapere che...

Call center

Assistenza in viaggio

Contatta l'assistenza

+39 06.52098111

Numero unico di assistenza prima della partenza, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Al fine di garantire un'accurata assistenza nell'eventualità di inconvenienti o di impedimenti alla partenza, prendi nota di questo contatto telefonico laddove la tua agenzia di viaggi di riferimento risultasse chiusa.