viaggi Living Giappone
Cosa fare in Giappone
Cosa fare in Giappone

Living Giappone

Cosa fare in Giappone

Il Giappone è un Paese in cui modernità e tradizione, natura e infrastrutture all'avanguardia convivono armoniosamente. Un Paese in cui lo scorrere delle stagioni regala motivi e occasioni per un viaggio. Scoprine tutte le sfaccettature con i nostri consigli.

Tokyo, la capitale, interpreta alla perfezione questo Paese di contrasti: puoi alternare la frenesia dei ritmi di crocevia sfavillanti come Shibuya, dello shopping nello scenario futuristico di Ginza, della vita notturna di Kabuki-cho, con le sue coloratissime insegne affastellate, alla tranquillità del quartiere di Asakusa, con il suo antico complesso di templi buddista Senso-ji, o del quartiere di Yanaka, con i suoi vicoli, i piccoli edifici di legno, le sue bancarelle e le sue botteghe, la serenità del suo antico cimitero.

 

La cultura giapponese dell'immagine, che dalle storie illustrate del XVI secolo si è evoluta nei manga e negli anime, è un filo conduttore che può guidare la tua visita di Tokyo: puoi esplorare i luoghi e i panorami raffigurati da Hokusai, come il tempio Higashi Honganji, e ammirarne le opere al Sumida Hokusai Museum, e non puoi perdere la visita al Museo Ghibli, dedicato al celebre studio di animazione, in cui la magia di capolavori come "Il mio vicino Totoro" e "La città incantata" prende vita.

 

Per ovvie ragioni storiche, Hiroshima è una città completamente ricostruita: il bombardamento del 1945 ha risparmiato solo la cupola metallica della vecchia camera di commercio, ora abbracciata dal Parco della Pace, costruito proprio per non dimenticare. Ma per immergerti nel passato ti basta raggiungere la vicina isola di Miyajima, dove nel pieno di una natura armoniosa sorge il santuario di Itsukushima: il torii, il portale d'accesso all'area sacra, è costruito in legno di canfora verniciato di color rosso vermiglio e sembra sospeso sull'acqua.
Modernità e tradizione si fondono anche nella città portuale di Osaka: accanto al tempio di Shitenno-ji, il più antico tempio buddista del Giappone, convive con la sfrontata illuminazione dei neon del quartiere di Dotonbori, in cui potrai godere di ottima cucina e di una frizzante vita notturna.

 

Kyoto è lo scrigno di tesori del Giappone, la città che conserva l'anima più tradizionale: troverai templi e santuari, fra cui spicca il tempio di Kenninji, con i suoi giardini zen, dove si narra abbiano avuto origine il rituale della cerimonia del tè e l'ikebana, l'arte della disposizione dei fiori, nata inizialmente da un'offerta floreale buddista. Kyoto è anche origine dell'espressivo teatro kabuki, e la città in cui è più probabile incontrare per strada una geisha, letteralmente una "donna d'arte" specializzata in musica, canto e danza: Gion è il quartiere delle geishe e delle apprendisti, dette maiko, dei teatri tradizionali e delle cosiddette case da tè, dove è possibile apprezzare spettacoli di musica e danza.

 

Nara, capitale del Giappone dal 710 dal 784, è la città del Sol Levante in cui le arti, l'artigianato e la letteratura hanno trovato terreno particolarmente fertile: ospita l’edificio in legno più grande al mondo, la Grande Sala del Buddha del tempio di Todaiji, che a sua volta custodisce una delle più grandi statue in bronzo del Buddha, alta 15 metri, e il santuario shintoista Kasuga, con le sue migliaia li lanterne votive in bronzo e in pietra. I cervi, che si aggirano liberi nel parco di Nara, sono considerati nella religione shintoista dei messaggeri degli dei: per accattivarsi la loro simpatia ti basta offrirgli uno spuntino.  

 

Per immergersi nel Giappone dei secoli scorsi, addentrati nella zona di Iga, nella prefettura di Mie: scoprirai piccole città, montagne e foreste, ma soprattutto l'origine dei ninja. Era questa la loro base, al ritorno di missioni di spionaggio, sabotaggio e guerriglia al servizio dei signori della guerra. Ad Iga trovi il museo dei ninja, con un arsenale di armi tradizionali e una intricatissima casa-labirinto, allestita con trappole e passaggi segreti. Anche Kanazawa, affacciata sul mare e abbracciata dalle Alpi Giapponesi, offre la possibilità di calarsi nelle tradizioni del Sol Levante, visitando il vivace mercato di Omicho, le cui origini risalgono al XVIII secolo, passeggiando per il distretto dei samurai Naga-machi, con le case di legno e fango essiccato, addentrandosi nel tempio Myoryuji, irto di insidie disposte dai ninja che lo proteggevano dal nemico. Ai piedi del castello della potente dinastia Maeda, il giardino di Kenrokuen, con i suoi laghetti e con i suoi scorci che cambiano con l'incedere delle stagioni, e il giardino Gyokusen-en, con le sue cascate artificiali e conservato dal periodo Edo, completano un quadro di armonia e tranquillità. I villaggi di Shirakawa-go e Gokayama, patrimoni dell'UNESCO, sono invece caratterizzati dalle antiche case gassho-zukuri, costruzioni triangolari di legno con tetti di paglia spioventi per far scivolare pioggia e neve, simile nella forma a delle mani giunte (gassho).

 

Il Giappone del passato immaginato nei film è incarnato da Himeji, sulla costa Sud dell'isola principale, Honshu: il bianchissimo e monumentale castello dell'airone, patrimonio UNESCO e perfettamente conservato, i giardini di Kokoen, nove aree separate e progettate in vari stili del periodo Edo, i templi millenari del Monte Shosha sono location di film come L'ultimo Samurai, e di Kagemusha - L'ombra del guerriero e Ran di Akira Kurosawa. 

Indossa la tradizione concedendoti una passeggiata con un vero kimono o con la sua versione estiva, lo yukata: la procedura di vestizione ti sorprenderà con la sua complessità, come la ricchezza dei tessuti e degli accessori.

Partecipa alla cerimonia del tè, un rito sociale e spirituale zen: i gesti codificati nei secoli, il silenzio, le ceramiche pregiate e il profumo del tè matcha ti proiettano in una dimensione fuori dal tempo.

 

Se ti affascina la cucina tradizionale giapponese non puoi perdere una visita all'asta del tonno presso il mercato Tsukiji di Tokyo: dopo aver assistito alle contrattazioni, potrai assaggiare del sushi freschissimo. Cosa mangiano i lottatori di sumo per mantenersi in forma? Puoi soddisfare questa curiosità dividendo con loro una sostanziosa cena chanko, dopo aver assistito ad un incontro presso lo stadio Ryogoku Kokugikan. Se invece decidi di trascorrere una notte in un ryokan, l'antica locanda giapponese, apprezzerai l'elegante essenzialità delle stanze, i tradizionali futon, i giardini e i caldi bagni termali, e la cena in stile kaiseki, che completerà una esperienza coinvolgente per tutti i sensi. È poi impossibile visitare il Giappone senza un assaggio di sake: il modo migliore per farlo è il festival annuale di Saijo, nei pressi di Hiroshima, quando è possibile degustare infinite varietà di questa bevanda derivata dalla fermentazione del riso.

 

Carpe diem

Migliori offerte del mese

Personalizza il tuo viaggio
Personalizza il tuo viaggio.
Chiedi un preventivo.

Ottieni senza impegno un preventivo personalizzato per la tua vacanza.
Gli esperti di IDEE PER VIAGGIARE sono a tua disposizione per organizzare insieme a te un viaggio unico e indimenticabile.

A closer look

È bello sapere che...

Call center

Assistenza in viaggio

Contatta l'assistenza

+39 06.52098111

Numero unico di assistenza prima della partenza, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Al fine di garantirti un’accurata assistenza in caso di inconvenienti alla partenza, prendi nota di questo contatto telefonico nel caso in cui la tua agenzia di viaggi di riferimento risultasse chiusa.
Utilizza questo numero anche qualora ti trovassi all’estero e non riuscissi a contattare i nostri assistenti locali ai numeri riportati sui tuoi documenti di viaggio.