Living NUOVA ZELANDA


Conoscere il territorio

La Nuova Zelanda, Aotearoa in lingua māori, è uno stato insulare dell'oceano Pacifico meridionale che è formato da due isole principali e da numerose isole minori.

Il mar di Tasmania la separa dall'Australia, situata circa 2 000 km a nord-ovest.

Il clima della Nuova Zelanda è temperato e marittimo con temperature che oscillano tra i 30 e gli 0 gradi centigradi con rari picchi che eccedono questi limiti. Le piogge sono intense e frequenti poiché le isole sono esposte ai venti oceanici.

Essendo nell'emisfero australe, sono le regioni del sud ad essere più fresche e con una esposizione solare minore mentre quelle del nord sono più soleggiate. La città più piovosa è la capitale Auckland.

Documenti necessari

La Nuova Zelanda, Aotearoa in lingua māori, è uno stato insulare dell'oceano Pacifico meridionale che è formato da due isole principali e da numerose isole minori.

Il mar di Tasmania la separa dall'Australia, situata circa 2 000 km a nord-ovest.

Abbigliamento consigliato

La Nuova Zelanda ha un clima mutevole e piovoso e quindi è consigliabile mettere in valigia diversi tipi di indumenti. L'abbigliamento da trekking è raccomandato per le numerose escursioni che possono essere effettuate nel paese.

Necessario invece un copricapo ed una crema solare ad alta protezione in quanto il sole in Nuova Zelanda raggiunge una grande intensità.

Un po' di storia

I primi colonizzatori delle isole della Nuova Zwlanda di cui si abbia notizia sono gruppi di polinesiani che vi giunsero tra il 1000 ed il 1300 d.C. Da questi primi insediamenti si sviluppò quella che divenne la cultura Maori.

Gli europei (olandesi) giunsero sulle isole nel 1642 con la spedizione di Abel Tasman che terminò con l'uccisione di gran parte dell'equipaggio da parte dei Maori. La Nuova Zelanda non vide altri colonizzatori fino al 1769 quando sbarcò James Cook che realizzò le mappe di quasi tutte le coste.

L'arrivo sempre più frequenste dei colonizzatori generò nuovi rapporti di forza tra le tribù locali a causa dell'introduzione delle armi come il moschetto che venivano scambiate dagli europei con cibo locale e acqua. Ne derivarono le cosiddette "guerre del moschetto".

All'inizio del XIX secolo arrivarono i primi missionari cristiani che convertirono molti Maori. Per spegnere sul nascere le mire espansionistiche delle altre nazioni europee, l'Inghilterra mandò sulle isole William Hobson che reclamò il territorio sotto la sovranità britannica e strinse un patto con le popolazioni locali che divennero il Nuovo Galles del Sud grazie al trattato di Waitangi del 1841. Con quest'ultimo nasceva la nazione neozelandese che stabilì la sua capitale ad Auckland nel 1841. Nel 1854 si insediò il primo parlamento neozelandese.

Nel 1861, dal contrasto tra i bianchi europei, che avevano scoperto l'oro, e i nativi Maori, che volevano preservare la sovranità sul territorio, scoppiarono le guerre Maori che si conclusero dopo circa 20 anni con la vittoria di fatto degli europei.

Nel 1893 la Nuova Zelanda fu il primo paese al mondo a riconoscere il diritto di voto alle donne.

Durante il ventesimo secolo la Nuova Zelanda si dimostrò fedele alla Gran Bretagna durante tutti i grandi conflitti mondiali e le crisi internazionali. Tuttavia nel 1947 ottenne finalmente l'indipendenza staccandosi mano a mano dal cordone ombelicale britannico e divenendo una nazione autonoma nella quale i Maori hanno iniziato a rivendicare il proprio nuovo ruolo all'interno della società neozelandese.   

Cultura

La cultura neozelandese è soprattutto la cultura Maori. Questa fiera popolazione, discendente di quella polinesiana, trasmette da secoli una cultura orale che trova le sue uniche manifestazioni scritte nei tatuaggi che decorano i corpi dei suoi componenti.

Il tatuaggio per queste popolazioni costituiva un rituale sacro che segnava l'ingresso dei giovani nell'età adulta. Gli eventi importanti della vita di un Maori vengono tatuati sul proprio corpo.

Il popolo Maori è bellicoso ma generoso, forte ma ospitale: queste caratteristiche si ritrovano nella più alta espressione dello sport del paese, gli All Blacks, la famosa squadra di rugby che proprio dai Maori trae la sua danza propiziatrice, la Haka, per terrorizzare gli avversari prima di ogni partita.

I Maori sono anche dei raffinati scultori, capaci di ricavare capolavori di legno, giada, pietre, ossa e conchiglie, e degli ottimi navigatori, che in passato hanno costruito splendide canoe intarsiate capaci di solcare il mare di Tasmania.

 

Vaccinazioni

Non è richiesta alcuna vaccinazione.

Moneta

la valuta della Nuova Zelanda è il Dollaro neozelandese (1 NZD = 0,584 euro a maggio 2018).

Lingua

Le lingue ufficiali sono tre: inglese, Maori e lingua dei segni neozelandese (NZSL).

Fuso orario

La Nuova Zelanda si trova agli antipodi rispetto all'Italia e quindi ha un fuso orario di +12 (+13 quando vige l'ora legale).

Elettricità

La corrente elettrica è a 230 Volt con frequenza di 50 Hz. Le prese sono quelle di tipo I a tre lamelle.

Prima di partire

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL'INGRESSO NEL PAESE PASSAPORTO: necessario con validità residua, rispetto alla data prevista per la partenza dalla Nuova Zelanda, di almeno 3 mesi VISTO D'INGRESSO: dal 1° novembre 2010 è entrata in vigore la nuova legge locale sull'immigrazione. Per i cittadini italiani che intendano recarsi in Nuova Zelanda per turismo od affari per periodi di permanenza non superiori ai 90 gg. non è necessario il visto, ma sono richiesti alcuni requisiti