Living REPUBBLICA DOMINICANA


Conoscere il territorio

Il Paese ha un solo confine terrestre con la Repubblica di Haiti a Ovest. La Repubblica Dominicana è bagnata dall'Oceano Atlantico a Nord e dal Mar dei Caraibi a Sud.

La Repubblica Dominicana ha un clima tropicale, per cui non esistono vere e proprie stagioni. Agosto è un mese molto caldo e afoso, mentre gennaio ha temperature gradevoli.

Due sono le stagioni delle piogge: da ottobre a maggio lungo la costa Nord e da maggio a ottobre nella parte Sud dell'isola. Nella Repubblica Dominicana le precipitazioni possono essere intense, spesso sotto forma di violenti acquazzoni che durano anche mezza giornata.

È preferibile non viaggiare durante la stagione degli uragani, che va da giugno a settembre.

Documenti necessari e situazione sanitaria

COVID-19

Alla luce dell'emergenza sanitaria in corso, ciascun Paese sta adottando misure restrittive e preventive in continua evoluzione. Si raccomanda pertanto di consultare il sito Viaggiare Sicuri: http://www.viaggiaresicuri.it/country/DOM

Abbigliamento consigliato

Si consiglia abbigliamento leggero e, per qualche sera più fresca o per i locali con aria condizionata, un maglione di cotone. È importante non dimenticare un cappello, creme solari, occhiali da sole e, ovviamente, i costumi da bagno.

Un po' di storia

L'isola successivamente battezzata Hispaniola, che ora si divide fra Haiti e la Repubblica Dominicana, era abitata dalla popolazione dei Taino fin dal VII secolo. Fu Cristoforo Colombo il primo Europeo a sbarcare sull'isola nel 1492, e l'isola fu il primo dominio coloniale spagnolo nel Nuovo Mondo, base per l'avanzata dei conquistador nelle Americhe. La popolazione indigena, ridotta in schiavitù o colpita dalle malattie, venne decimata, sostituita dagli schiavi africani sfruttati nella lavorazione intensiva della canna da zucchero.

I secoli successivi trascorsero tra le scorribande dei pirati, le prime rivendicazioni di libertà degli schiavi, l'occupazione da parte di Haiti. Nel corso della prima metà del 1800 la schiavitù venne abolita e le terre vennero redistribuite, e nel 1863 la Repubblica Dominicana guadagnò l'indipendenza dal dominio spagnolo.

Per il Paese, il XX secolo è stato segnato dalla dittatura di Trujillo, insediato dagli Stati Uniti per continuare a godere dello sfruttamento economico dell'isola. Solo nel 1966 la Repubblica Dominicana si affrancò dal controllo di fatto da parte degli Stati Uniti.

Cultura

La cultura dominicana, come quella di molti Paesi caraibici, rappresenta l'ibridazione tra l'eredità delle popolazioni indigene, le tradizioni europee e quelle delle popolazioni africane che vennero sfruttate con la schiavitù. Esempio di questa ibridazione sono le limè, bambole in argilla dagli abiti variopinti caratterizzate dall'assenza dei tratti del viso, proprio a rappresentare il felice e composito mix etnico del Paese.

Per quanto riguarda la musica e la danza, la Repubblica Dominicana è la patria del merengue, dal 2016 riconosciuto dall'UNESCO fra i patrimoni immateriali dell'umanità, e della bachata, ma vi sono coltivate anche numerose musiche e danze tradizionali di origine africana, quali il teatro danzante Cocolo.

Moneta

La moneta ufficiale è il Peso Dominicano (DOP o RD$).

Lingua

La lingua ufficiale è lo spagnolo.

Fuso orario

In Repubblica Dominicana il fuso orario è GMT-4, quindi si calcolano 5 ore indietro rispetto all'Italia, 6 ore indietro quando in Italia è in vigore l'ora legale.

Elettricità

La corrente elettrica in Repubblica dominicana ha tensione di 115-125V, 60Hz di frequenza. Le prese utilizzate sono a due o tre poli, con lamelle piatte.

Prima di partire

ESCURSIONI ACQUISTATE IN LOCO

Il tour operator consiglia di controllare eventuali escursioni acquistate in loco da organizzazioni non ufficiali e da privati e, in ogni caso, resta inteso che il nostro corrispondente locale non è responsabile per i disservizi causati dall’acquisto delle stesse. Vi invitiamo pertanto ad effettuare le opportune verifiche insieme al nostro assistente locale. 

SISTEMAZIONI ALBERGHIERE

Non esistono camere con 3 e 4 letti, ma solamente camere con due letti double o 2 letti queen size (una piazza e mezza). Quindi in caso triple o quadruple sarà possibile condividere i letti esistenti. Molti hotel sono 100% non fumatori, in caso di richiesta per camere fumatori è possibile fare solo una semplice segnalazione ma senza alcun tipo di garanzia.

CARTA DI CREDITO A GARANZIA

Al momento del check-in in un hotel solitamente viene richiesta la carta di credito a garanzia e viene bloccata una determinata somma a titolo cauzionale. Ciò è totalmente slegato dal pagamento dei servizi effettuato dal tour operator ed è una prassi molto comune a livello internazionale. La carta di credito del cliente viene richiesta laddove l'hotel disponga di servizi opzionali a pagamento, quali il minibar, la TV via cavo, boutique o ristoranti, qualora cioè sia possibile acquistare e di conseguenza far addebitare gli importi da saldare al momento del check-out.

Attenzione!

RESORT FEE E TASSE DI SOGGIORNO

Alcuni hotel possono richiedere il pagamento in loco di tassa di soggiorno e di resort fee non prepagabili dall'Italia. L'importo può variare da hotel a hotel.