Living REPUBBLICA DOMINICANA


Conoscere il territorio

Il paese ha un solo confine terrestre con la repubblica di Haiti ad ovest, ed è bagnata dall'Oceano Atlantico a nord e dal Mar dei Caraibi a sud.

La Repubblica Dominicana ha un clima essenzialmente tropicale caratterizzato da variazioni locali di temperatura piuttosto che da stagioni vere e proprie. Agosto è un mese caldissimo e afoso, mentre a gennaio il clima è leggermente più gradevole. Due sono le stagioni delle piogge: da ottobre a maggio lungo la costa settentrionale e da maggio a ottobre nella parte meridionale dell'isola; quindi, se volete visitare tutto il paese portatevi un ombrello. Nella Repubblica Dominicana le precipitazioni non sono di lieve entità come alle Hawaii o in America Centrale, ma tendono piuttosto a cadere sotto forma di violenti acquazzoni che possono durare anche mezza giornata. La stagione degli uragani, che va da giugno a settembre, andrebbe evitata: anche se è raro che si venga coinvolti in questi fenomeni atmosferici, non dimenticate che un uragano di lieve entità può rovinarvi tutta la vacanza..

Documenti necessari

Il paese ha un solo confine terrestre con la repubblica di Haiti ad ovest, ed è bagnata dall'Oceano Atlantico a nord e dal Mar dei Caraibi a sud.

DOCUMENTI PER VIAGGI ALL'ESTERO DI MINORI

A partire dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data, i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, devono essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, o di carta d’identità valida per l’espatrio.

Al fine di agevolare l’espatrio dei cittadini in questione, oltre che di sventare il pericolo di espatri illegali degli stessi per conto di terzi, dal 2010 è prevista la possibilità di chiedere, presso gli Uffici competenti, il rilascio di una versione del passaporto sulla quale sono impressi i nomi di entrambi i genitori. Qualora tale indicazione non dovesse essere presente, prima di intraprendere il viaggio si consiglia di munirsi di un certificato di stato di famiglia o di estratto di nascita del minore da esibire in frontiera qualora le autorità lo richiedano. Si ricorda che ai sensi della Circolare 1 del 27 gennaio 2012 del Ministero degli Interni: “la carta d'identità valida per l'espatrio rilasciata ai minori di età inferiore agli anni quattordici può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci” (cit.).

Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani possono espatriare a condizione che viaggino accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci oppure che venga menzionato sul passaporto, o su una dichiarazione di accompagnamento rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione ai sensi dell’articolo 3, lettera a) della legge 21 novembre 1967, n. 1185, e vistata da un'autorità competente al rilascio (Questura in Italia, ufficio consolare all’estero), il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati.

Dal 4 giugno 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina riguardante la dichiarazione di accompagnamento, finalizzata a garantire una maggiore tutela del minore, a rendere più agevoli i controlli alle frontiere e, infine, a facilitare la presentazione della dichiarazione mediante l’utilizzo anche di modalità telematiche (mail, PEC, fax).

Si evidenziano di seguito le innovazioni principali:

  • La dichiarazione di accompagnamento può riguardareun solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore con destinazione determinata e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi;
  • Gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono indicare fino ad un massimo di due accompagnatori, che saranno tuttavia alternativi fra di loro;
  • Nel rendere la dichiarazione di accompagnamento, gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono chiedere che i nominativi degli accompagnatori, la durata del viaggio e la destinazione siano stampati sul passaporto del minore o in alternativa che tali dati siano riportati in una separata attestazione, che verrà stampata dall’Ufficio competente;
  • Nel caso in cui il minore sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, al fine di garantire la completezza e la leggibilità dei dati relativi al viaggio, è rilasciata unicamente l’attestazione. Si suggerisce, prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto, di verificare che la stessa accetti che il minore sia ad essa affidato.

Per conoscere la documentazione completa può essere utile consultare il sito della Polizia di Stato http://www.poliziadistato.it/articolo/191

ATTENZIONE AL PASSAPORTO

Alcune destinazioni della nostra programmazione richiedono più di una pagina libera sul passaporto per l'accesso al paese. È quindi buona norma controllare, prima della partenza, di avere un numero sufficiente di pagine libere per i timbri doganali.

La normativa varia da paese a paese, alcuni ne richiedono una soltanto, altri addirittura 3. L'esperienza consiglia, per sicurezza, di avere almeno due pagine libere in più del numero delle destinazioni visitate. Se ad esempio si visitano 2 destinazioni, è consigliato avere 4 pagine libere sul passaporto.

Abbigliamento consigliato

Abbigliamento leggero e per qualche sera più fresca o i locali con aria condizionata un pullover di cotone.Da non dimenticare cappello, creme solari, occhiali da soli e ovviamente tanti costumi.

Vaccinazioni

Non sono richieste vaccinazioni. Si consiglia di stipulare un’assicurazione medica prima della partenza.

Moneta

Peso Dominicano (1€ = 55,21 DOP - Giugno 2013) (RD$)

Lingua

spagnolo

Fuso orario

5h rispetto all'Italia; -6h quando in Italia è in vigore l'ora legale.

Elettricità

115-125V AC, 60Hz,

Prima di partire

PASSAPORTO PER GLI STATI UNITI Dal 1° primo aprile 2016 non sono più ammessi i passaporti con foto laminata, l'unico accettato per l'Esta, la procedura online operativa dal 2009 per ottenere il permesso, è esclusivamente quello biometrico-elettronico, ovvero il passaporto che contiene anche il chip. E' necessario pertanto richiedere un passaporto elettronico nuovo e una nuova autorizzazione ESTA o richiedere il visto non immigrante. Il passaporto deve avere una validità residua di almeno 6 mesi oltre il periodo di permanenza negli Stati Uniti. . Cosa è l'ESTA A partire dal 12 gennaio 2009 il Dipartimento di sicurezza nazionale degli Stati Uniti (Department of Homeland Security - DHS) ha introdotto un sistema elettronico per l'autorizzazione dei viaggi negli U.S.A. denominato ESTA (Electronic System for Travel Authorization). Questa procedura consentirà alle autorità degli Stati Uniti di vagliare in anticipo tutti coloro che entreranno nel loro territorio attraverso il programma 'Viaggio senza Visto' (Visa Waiver Program). Il nuovo Visa Waiver Program consente ai cittadini italiani e di molti paesi di entrare negli Stati Uniti per un periodo massimo di 90 giorni senza il visto statunitense, presentando il solo passaporto valido. L'autorizzazione ESTA si ottiene esclusivamente collegandosi al sito internet del dipartimento di sicurezza nazionale degli Stati Uniti al seguente indirizzo: https://esta.cbp.dhs.gov prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti, utilizzando il passaporto elettronico con microchip elettronico inserito nella copertina. Una volta sul sito dell'ESTA (https://esta.cbp.dhs.gov/), si dovrà compilare un modulo online rispondendo ad alcune domande biografiche basilari atte a verificare l'idoneità all'ingresso. Per usufruire del programma Visa Waiver Program è necessario: o viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo; o rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni; o possedere un biglietto di ritorno Le risposte che verranno fornite dal sistema "ESTA" potranno essere di tre tipi: 1) "Authorization Approved", nel caso di concessione dell'autorizzazione. L'autorizzazione sarà valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore non scade e consentirà la possibilità di effettuare più viaggi negli Stati Uniti senza che per ognuno di essi sia necessaria una nuova registrazione on-line ed una conseguente nuova autorizzazione; 2) "Travel not Authorized", nel caso di diniego dell'autorizzazione. In tal caso occorrerà rivolgersi al Consolato americano per richiedere un visto per gli Stati Uniti; 3) "Authorization Pending", nel caso in cui siano necessarie ulteriori informazioni ai fini del rilascio dell'autorizzazione. Un'autorizzazione "ESTA" (come già avviene attualmente in base al "Visa Waiver Program') non garantirà un'automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera. Al fine di facilitare il processo di valutazione dei dati forniti con la registrazione, si consiglia di compilare il modulo ESTA non meno di 72 ore prima della partenza. Anche i minorenni, neonati compresi, per rientrare nel programma di esenzione dal visto dovranno avere il loro personale passaporto con le stesse caratteristiche descritte sopra. In base al Visa Waiver Program occorre anche essere in possesso del biglietto aereo di andata e ritorno. In tutti gli altri casi è necessario richiedere il visto d'ingresso presso l'Ambasciata o il Consolato americano competente di zona. La procedura deve essere effettuata personalmente con eventuale supporto dell'Agenzia di Viaggi di fiducia. IDEE PER VIAGGIARE non è responsabile per mancati imbarchi dei clienti senza una corretta documentazione personale, sia di passeggeri adulti che minori Per maggiori informazioni riguardo il programma "ESTA" si consiglia di consultare direttamente il sito internet: www.cbp.gov./travel; il sito della Polizia di Stato http://www.poliziadistato.it alla sezione passaporti, all'interno della quale troverete il paragrafo dedicato agli Stati Uniti; il sito della Ambasciata degli Stati Uniti http://www.usembassy.it alla sezione visti nel paragrafo 'viaggiare senza visto' (Visa Waiver Program) Inoltre Vi consigliamo di consultare il sito del Dipartimento di Stato americano (http://travel.state.gov/visa). La U.S. Customs and Border Protection (CBP) informa che - a partire dall'8 settembre 2010 - i viaggiatori dei Paesi aderenti al Visa Waiver Program dovranno pagare l'importo di $ 14 all'atto della richiesta dell'autorizzazione ESTA. Tale pagamento dovrà essere effettuato tramite carta di credito al momento della richiesta sul sito https://esta.cbp.dhs.gov. Si precisa che le autorizzazioni ESTA approvate prima dell'8 settembre 2010 rimarranno valide fino alla data della loro scadenza e che la loro modifica rimane gratuita. Al contrario, al rinnovo del passaporto, i viaggiatori dovranno effettuare una nuova registrazione ESTA soggetta al pagamento di $ 14.Si consiglia in ogni caso di consultare direttamente il sito Internet del Dipartimento di Stato USA: www.cbp.gov/travel Si ricorda che la procedura per la richiesta del visto è piuttosto complessa per cui è necessario provvedervi con un buon anticipo rispetto alla data di partenza. Il visto è in ogni caso richiesto per soggiorni superiori ai 90 giorni. I genitori con i figli minori che viaggiano separatamente o sono separati legalmente o divorziati, e che intendano recarsi negli Stati Uniti, e/o transitarvi per poi proseguire per altre destinazioni, sono pregati di contattare direttamente le Ambasciate o i Consolati di tutti i paesi interessati per la verifica della documentazione specifica richiesta. A complemento del programma di Sicurezza ESTA, un'ulteriore procedura e' entrata in vigore dal 6 settembre 2010 denominata "Secure flight programme". Tale programma, sviluppato dall'Autorità statunitense TSA (Transportation Security Administration), si applica a tutti i passeggeri che viaggiano da/per e all'interno degli Stati Uniti. Il Secure Flight Program richiede che una serie di informazioni (cognome e nome, data di nascita, genere maschile o femminile) siano fornite per tutti i passeggeri che prenotano e acquistano biglietti per viaggi da/per o all'interno degli USA. Informazioni complete e dettagliate su quanto è richiesto al passeggero sono reperibili consultando il sito: www.tsa.gov, o attraverso la compagnia aerea utilizzata o il proprio agente di viaggio. Restrizioni nei confronti di viaggiatori che abbiano visitato anche Libia, Somalia e Yemen, benché non sia ancora stato riportato ufficialmente nel sito dedicato al VWP, vanno considerate effettive e si consiglia di richiedere il visto. I cittadini di paesi Vwp che hanno effettuato viaggi, o risultano essere stati, in Iran, Iraq, Sudan o Siria a partire dal 1 marzo 2011 (fatte salve limitate eccezioni per viaggi diplomatici o per scopi militari in servizio di un paese Vwp); i cittadini di paesi Vwp in possesso di doppia cittadinanza iraniana, irachena, sudanese o siriana non saranno più idonei a viaggiare e ad essere ammessi negli Stati Uniti nell'ambito del Visa Waiver Program". Gli stessi potranno comunque richiedere il visto presso il Consolato. NUOVE NORME DI SICUREZZA PER VOLI VERSO GLI STATI UNITI Secondo le nuove misure di sicurezza richieste di recente da T.S.A. (Transportation Security Administration), Dipartimento di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, con decorrenza dal 29 luglio 2014, verranno applicate nuove misure di sicurezza in aggiunta a quelle già esistenti per tutti i voli con destinazione Stati Uniti. I nuovi criteri di sicurezza riguardano qualsiasi tipo di dispositivo elettronico trasportato all'interno del bagaglio a mano: telefoni cellulari, ipad, computers portatili, etc. Durante il processo d'ispezione del bagaglio a mano il personale di sicurezza aeroportuale potrà chiedere al passeggero che vengano estratti i dispositivi dalla loro custodia e verificare che questi si accendano correttamente. In caso contrario non sarà permesso portarli a bordo. Pertanto è raccomandabile informare i passeggeri dei seguenti requisiti - Assicurarsi che tutti i dispositivi elettronici dispongano di batteria sufficiente per essere accesi durante l'ispezione. - Tutti i dispositivi contenuti nella fodera di protezione, dovranno essere rimossi dalla stessa per l'ispezione. - Non saranno accettati dispositivi danneggiati in quanto non saranno ammessi a bordo. Se tali requisiti non verranno soddisfatti, i dispositivi elettronici non saranno ammessi a bordo. IL FENOMENO DELLE ALGHE In determinati periodi dell'anno è possibile riscontrare la presenza di alghe, legata a flusso delle correnti ed alle maree. La rimozione delle stesse, sia in mare che di quelle depositate sulla spiaggia in molti Paesi è soggetta a specifiche autorizzazioni. Non è possibile fornire maggiori informazioni sui periodi di maggiore presenza né sulla persistenza del fenomeno poiché legato ai mutamenti climatici in atto con conseguente innalzamento delle temperature delle acque che ne favoriscono il proliferare.

CARTA DI CREDITO A GARANZIA

Al momento del Check-in in un hotel potrebbe capitare, di vedersi richiedere la Carta di Credito a garanzia. Ciò è totalmente slegato dal pagamento dei servizi effettuato dal Tour Operator ed è una prassi molto comune a livello internazionale. La carta di credito del cliente, viene richiesta, laddove l'hotel disponga di servizi opzionali a pagamento, quali il Minibar, la TV via Cavo, Boutique o Ristoranti, dove è possibile acquistare e di conseguenza far addebitare gli importi da saldare al momento del Check-out. Di conseguenza non meravigliatevi se al momento dell'accettazione, vi viene addebitato un importo. Lo stesso non è definitivo ma trattasi di deposito cauzionale in valuta che verrà "conguagliato" con l'importo definitivo delle eventuali spese sostenute. Soltanto in quel momento, la struttura alberghiera tratterà il definitivo importo.

ESCURSIONI

Il Tour Operator consiglia di controllare eventuali escursioni acquistate in loco da organizzazioni non ufficiali e da privati e, in ogni caso, resta inteso che il nostro corrispondente locale non è responsabile per i disservizi causati dall’acquisto delle stesse. Vi invitiamo pertanto ad effettuare le opportune verifiche insieme al nostro assistente locale ed, eventualmente, a pianificare le escursioni così come l'eventuale noleggio di un'autovettura. Il Tour Operator comunica inoltre che non ha alc.un interesse diretto sulle vendite delle stesse.