Living Botswana Botswana

 
 

Conoscere il territorio

Confina a Nord con la Namibia e lo Zimbabwe, a Est con lo Zimbabwe e in parte anche col Sudafrica, a Sud con il Sudafrica e a Ovest con la Namibia.

È un paese dal clima semi-desertico con una media annuale di precipitazioni molto scarsa. Le piogge sono concentrate nei mesi di dicembre e gennaio mentre la stagione secca va da maggio a settembre, quando l'escursione termica tra le ore diurne e notturne è molto accentuata.

Documenti necessari e situazione sanitaria

COVID-19

Alla luce dell'emergenza sanitaria in corso, ciascun Paese sta adottando misure restrittive e preventive in continua evoluzione. Si raccomanda pertanto di consultare il sito Viaggiare Sicuri: http://www.viaggiaresicuri.it/country/BWA

Abbigliamento consigliato

Si consiglia l'uso di abiti pratici, comodi e leggeri, con un capo di lana per le sere, generalmente fresche, e una giacca a vento per combattere l'escursione termica della notte e durante i foto-safari.

Un po' di storia

I primi abitanti del Botswana sembra fossero i Boscimani, circa 30.000 anni fa. Seguirono etnie e tribù che in molti casi riuscirono a convivere pacificamente risolvendo le discordie tramite la frammentazione: gli insoddisfatti non facevano altro che riunirsi e fondare un nuovo insediamento altrove. Questo avvenne fino agli inizi dell'800 quando le tribù tswana cominciarono ad aggregarsi in vere società, governate ognuna da un sovrano.

Cominciarono nel frattempo le conquiste nel territorio da parte dei Boeri. Da qui molti scontri, ribellioni e violenze tra i Boeri e gli Tswana. Nel 1877 le tensioni avevano raggiunto un tale livello che gli Inglesi invasero il territorio per annettere il Transvaal, dando così l'avvio alla prima guerra anglo-boera.

L'Inghilterra cominciò a conquistare e a dominare questi territori fino al 1966, anno in cui la Repubblica del Botswana divenne indipendente. L'economia del paese fu completamente rivoluzionata nel 1967 dalla scoperta dei diamanti nei pressi di Orapa. Nel 1999 il mercato internazionale dei diamanti è crollato, fatto che ha portato il Botswana a registrare il primo deficit degli ultimi 16 anni. Tuttavia, paragonato al resto del continente africano, il Paese continua a godere di una notevole ricchezza e stabilità.

Nel 2008 è stato eletto presidente Ian Khama.

Cultura

L'etnia batswana, parte dei popoli bantu, è la più rappresentata nel Paese: è organizzata in tribù e dinastie, e le principali sono una dozzina. Hanno in comune tratti come l'interesse per l'astronomia o la pratica dell'artigianato, come la colorazione e l'intreccio fittissimo delle fibre di palma.

La musica tradizionale è un altro elemento che rappresenta l'etnia batswana: si basa su voci, percussioni e strumenti a corda, spesso accompagnati dal battito delle mani. Il motswako è invece una versione locale della musica rap, che mischia inglese e la lingua locale, il setswana.

Anche la cucina, pur avendo molti tratti in comune con quella dell'Africa Australe, caratterizza il Paese: il porridge è un elemento basilare, così come i chicchi di granoturco, ad accompagnare verdure e carne di manzo, di capra, di pollo o di montone, o il pesce di fiume.                                                                                                                  

Moneta

La valuta in vigore è il Pula.

Lingua

La lingua ufficiale è l'inglese, ma sono molto diffuse le lingue bantu e setswana.

Fuso orario

Il fuso orario in Botswana è GMT+2 quindi si calcola un'ora in più rispetto all'Italia. Nessuna differenza nei mesi in cui vige l'ora legale

Elettricità

230V/50Hz con spine tripolari.

Attenzione!

VACCINAZIONE CONTRO LA FEBBRE GIALLA

È obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per i viaggiatori maggiori di un anno di età, provenienti da un Paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione (Kenya, Etiopia ecc.), anche nel caso di solo transito aeroportuale superiore alle 12 ore e in ogni caso se si lascia l’aeroporto di scalo.

 
 
 

Segui i consigli utili di luca