Living AUSTRALIA MILLE SCENARI, INFINITI COLORI...

 

LIVING AUSTRALIA

Ricorda, ogni promozione comprende Volo, Hotel e tanto altro ancora...
 
 
 

 

 

Richiedi Preventivo

Personalizza l’offerta e invia una richiesta di contatto, non aspettare ancora e.. prepara le valigie!
 

Scopri l’Australia

Tanti motivi per vivere l’Australia, preparatevi a stupirvi!

 
 

Alla scoperta dell'Australia

Mille scenari, immenso outback!

Gli infiniti colori dell'Australia con i mille scenari dell'immenso outback, le antiche foreste, gli incontaminati ambienti marini e la fauna endemica, la cultura aborigena risalente a oltre 50 mila anni fa, il vivace connubio di culture, le sue metropoli pulsanti di vita e d'arte. In Australia le opportunità per i viaggiatori sono quasi infinite: un territorio immenso da scoprire, che offre ogni genere di paesaggio e tantissime possibilità di immergersi in nuove stimolanti esperienze e avventure. "Non ti preoccupare del fatto che il mondo possa finire oggi. In Australia è domani." (Charles Schulz).
 
 

Viaggi di Nozze

Innamoriamoci insieme dell’Australia!

Spazi aperti senza fine, oceano, città metropolitane e rurali da scoprire. Spiagge chilometriche, la più antica foresta pluviale del mondo, distese sconfinate in un territorio antichissimo. Scopri ad esempio l'affascinante Darling Harbor di Sidney, che la sera viene illuminato creando suggestioni uniche che puoi ammirare durante una cena romantica a lume di candela; oppure immagina la meraviglia dei colori durante il tramonto sull'imponente massiccio roccioso di Uluru. Un viaggio romantico alla scoperta di un Paese immenso da scoprire mano nella mano.
 
 

Dalla terra al mare

L’energia della natura australiana!

Esplora le profondità turchesi delle barriera corallina più grande al mondo che include oltre 700 isole tropicali con una rigogliosa vegetazione e in molti casi disabitate, per poi riemergere e ammirare spazi sconfinati. Lasciati guidare alla scoperta della foresta pluviale dell'Australia, sesto paese più grande del mondo, terra ricchissima di fascino e colori, dove l'energia mistica e vitale della terra lasciano sognare un'esperienza indimenticabile.
 
 

Young

Avventura a tutto campo!

Libertà e indipendenza sono caratteristiche comuni alle esperienze che puoi vivere qui: dalle avventure più adrenaliniche al contatto diretto uomo-animale, al relax offerto dagli scenari decisamente esotici delle spiagge immense affacciate sull'oceano.
 
 

Self Drive in libertà

Prendi un'auto e parti per la tua avventura!

Gira l'Australia in macchina, passa dalle coste spiagge all'outback avventuroso, dalle grandi città alle isole selvagge e paradisiache come la Tasmania. Decidi le méte e segui i tuoi ritmi durante l'esplorazione di questo territorio capace di offrirti ogni genere di scenario.
 
 

Australia in Tour

Lasciati coinvolgere in uno dei tanti tour disponibili!

Scegli un tour per visitare e approfondire la conoscenza dell'Australia. Potrai farti affascinare da viste spettacolari come quelle sulla barriera corallina, oppure dalle atmosfere più intense della più antica foresta pluviale, o ancora ammirare le montagne dell'Australia centrale, le Ayers' Rock, le spiagge e le coste sull'oceano e, certamente, conoscere Canguri e i simpatici e dispettosi Koala. Scegli un tour tra i tanti che puoi trovare per visitare ogni angolo e ogni particolarità di questo bellissimo territorio.

Richiedi Preventivo

Personalizza l’offerta e invia una richiesta di contatto, non aspettare ancora e.. prepara le valigie!
 
 

Conoscere il territorio

L'Australia è situata nella parte Sud-Est del continente asiatico nonché a Sud-Ovest rispetto al Nord America, tra l'Oceano Indiano e l'Oceano Pacifico Meridionale.

Trovandosi nell'emisfero sud, le stagioni sono invertite rispetto all'Italia. L'estate va da dicembre a febbraio; l'autunno da marzo a maggio; l'inverno da giugno ad settembre e la primavera da ottobre a dicembre. Bisogna tenere sempre presente che, data la grande estensione del paese, il clima delle singole stagioni varia molto tra una regione e l'altra.

Normalmente la parte settentrionale del paese rientra nella zona monsonica presentando quindi solo 2 stagioni: una calda e secca e una calda e piovosa. Man mano che si scende verso sud si possono avere delle sensibili variazioni. Generalmente da novembre a marzo fa caldo un po' ovunque, con piogge tropicali al nord. Da aprile a ottobre a nord e nella zona centrale del paese le temperature diurne sono gradevoli, mentre al sud la temperatura è autunnale, con giornate fredde negli stati più meridionali come il Victoria, il South Australia e la Tasmania. La Green Season, la stagione delle piogge, inizia a novembre e termina ad aprile e interessa la zona più a nord del Western Australia, Northern Territory e Queensland ma normalmente l'Australia è uno dei continenti più aridi del mondo, con una media di piogge annuali inferiore a 600mm.

Documenti necessari

Per l'ingresso in Australia dei cittadini italiani è necessario il passaporto in corso di validità con scadenza non inferiore ai 6 mesi dalla data di rientro, e del visto turistico. La richiesta per l’ottenimento può essere effettuata tramite agenzia specializzate o tramite il TO con procedura ETAS (visto elettronico), ha una validità di 90 giorni dall’ingresso nel paese, fermo restando quanto sopra descritto. 

All'ingresso nel Paese viene richiesto di dichiarare tutti i prodotti di origine animale o vegetale (cucchiai di legno, cappelli di paglia, frutta, verdura, semi ecc.) che avete con voi e di mostrarli a un funzionario della quarantena. Esistono restrizioni persino sulle possibilità di trasportare frutta e verdura da uno stato all'altro all'interno del paese. Tutti i bagagli vengono passati ai raggi X e se dovesse essere scoperto un oggetto non dichiarato si rischia una multa sino a 400 AUD. A bordo dell'aereo viene richiesto di compilare un modulo che è utile anche per dichiarare le merci dubbie e incerte. È possibile richiedere in arrivo il documento in lingua italiana.

Per l'inoltro della richiesta dell'ETAS è necessario fornire i seguenti dati di tutti i partecipanti al viaggio:

  • FOTOCOPIA DEL PASSAPORTO
  • INDIRIZZO DI RESIDENZA completo di CAP
  • INDIRIZZO E-MAIL  
  • CONTATTO TELEFONICO (numero che il clienti porteranno in viaggio)
  • CODICE FISCALE

Un eventuale ritardo nell'invio della documentazione rischia di comportare il definitivo mancato rilascio del visto.

Per i cittadini stranieri non in possesso del passaporto italiano, procedure per l'ottenimento e relativi costi sono a loro completo carico.

DOCUMENTI PER VIAGGI ALL'ESTERO DI MINORI

A partire dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data, i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, devono essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, o di carta d’identità valida per l’espatrio.

Al fine di agevolare l’espatrio dei cittadini in questione, oltre che di sventare il pericolo di espatri illegali degli stessi per conto di terzi, dal 2010 è prevista la possibilità di chiedere, presso gli Uffici competenti, il rilascio di una versione del passaporto sulla quale sono impressi i nomi di entrambi i genitori. Qualora tale indicazione non dovesse essere presente, prima di intraprendere il viaggio si consiglia di munirsi di un certificato di stato di famiglia o di estratto di nascita del minore da esibire in frontiera qualora le autorità lo richiedano. Si ricorda che ai sensi della Circolare 1 del 27 gennaio 2012 del Ministero degli Interni: “la carta d'identità valida per l'espatrio rilasciata ai minori di età inferiore agli anni quattordici può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci” (cit.).

Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani possono espatriare a condizione che viaggino accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci oppure che venga menzionato sul passaporto, o su una dichiarazione di accompagnamento rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione ai sensi dell’articolo 3, lettera a) della legge 21 novembre 1967, n. 1185, e vistata da un'autorità competente al rilascio (Questura in Italia, ufficio consolare all’estero), il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati.

Dal 4 giugno 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina riguardante la dichiarazione di accompagnamento, finalizzata a garantire una maggiore tutela del minore, a rendere più agevoli i controlli alle frontiere e, infine, a facilitare la presentazione della dichiarazione mediante l’utilizzo anche di modalità telematiche (mail, PEC, fax).

Si evidenziano di seguito le innovazioni principali:

  • La dichiarazione di accompagnamento può riguardareun solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore con destinazione determinata e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi;
  • Gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono indicare fino ad un massimo di due accompagnatori, che saranno tuttavia alternativi fra di loro;
  • Nel rendere la dichiarazione di accompagnamento, gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono chiedere che i nominativi degli accompagnatori, la durata del viaggio e la destinazione siano stampati sul passaporto del minore o in alternativa che tali dati siano riportati in una separata attestazione, che verrà stampata dall’Ufficio competente;
  • Nel caso in cui il minore sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, al fine di garantire la completezza e la leggibilità dei dati relativi al viaggio, è rilasciata unicamente l’attestazione. Si suggerisce, prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto, di verificare che la stessa accetti che il minore sia ad essa affidato.

Per conoscere la documentazione completa può essere utile consultare il sito della Polizia di Stato http://www.poliziadistato.it/articolo/191

VISTI DI INGRESSO

IMPORTANTE: 

Il visto d'ingresso è soggetto all'approvazione dell'Immigration Office. Nel caso lo stesso non venisse approvato, i clienti saranno comunque tenuti al pagamento della penale prevista da contratto di viaggio (100% di penale). Il costo del visto non è rimborsabile. L'emissione del visto è da considerarsi quindi come un servizio disgiunto dal pacchetto turistico pertanto Idee per Viaggiare non potrà ritenersi in alcun modo responsabile della mancata approvazione ed emissione del visto stesso.

Attendiamo quindi tutta la documentazione necessaria per la richiesta del visto. Un eventuale ulteriore ritardo nell'invio della stessa rischia di comportare il definitivo mancato rilascio del visto.

I Signori partecipanti ad un viaggio da noi organizzato sono tenuti ad informarsi, in base alla propria nazionalità sull'eventuale necessità di richiedere un visto turistico d'entrata per il Paese visitato. Il Tour Operator non è responsabile per mancati imbarchi per documenti di espatrio non in regola.

ATTENZIONE AL PASSAPORTO

Alcune destinazioni della nostra programmazione richiedono più di una pagina libera sul passaporto per l'accesso al paese. È quindi buona norma controllare, prima della partenza, di avere un numero sufficiente di pagine libere per i timbri doganali.

La normativa varia da paese a paese, alcuni ne richiedono una soltanto, altri addirittura 3. L'esperienza consiglia, per sicurezza, di avere almeno due pagine libere in più del numero delle destinazioni visitate. Se ad esempio si visitano 2 destinazioni, è consigliato avere 4 pagine libere sul passaporto.

Abbigliamento consigliato

Considerando che spesso un viaggio in Australia è un viaggio itinerante, consigliamo un abbigliamento comodo, sia nel vestiario che nelle calzature.

In base al periodo e alla zona che si visita, è sempre meglio portare con sé qualcosa di più pesante, particolarmente quando si visitano le zone desertiche dell'interno in quanto sia di notte sia di primo mattino l'escursione termica è notevole. Sempre a portata di mano cappello e occhiali per proteggervi dai raggi solari

Un po' di storia

Scoperta dagli europei appena nel XVII° secolo, l'Australia, era in realtà abitata già da tempo dagli aborigeni, giunti dall'Asia circa 50.000 anni fa, grazie ad una particolare capacità d'adattamento riuscirono a popolare gran parte dell'isola. L'Australia, fu avvistata per la prima volta nel 1606 quando Willem Janszoon sfiorò l'attuale Capo York e solo 10 anni dopo nel 1616, Dirk Hartog, a bordo dell'Eendracht, fu il primo europeo a scendere sul suolo australiano. Nel 1699 la Società Geografica Britannica finanziò alcune spedizioni d'interesse scientifico-economico verso la nuova terra e inizio da allora la presenza degli inglesi sul territorio australiano.

La colonizzazione dell'Australia ebbe inizio nel 1788 quando gli Inglesi, perdute le colonie americane, trasformarono i territori occupati da J. Cook in nome del re d'Inghilterra in luoghi di deportazione. Nel gennaio 1788 sbarcarono a Port Jackson (nucleo originario dell'odierna Sydney) oltre 700 galeotti (ca. 500 uomini e 200 donne) evacuati dalle galere britanniche. Phillip, nominato governatore (gennaio 1788-dicembre 1792), tentò fin dall'inizio di evitare che l'Australia si trasformasse in una colonia penale: egli aveva fatto venire coloni liberi dalla patria, aveva assegnato terre ai dipendenti civili e militari e aveva stabilito che i galeotti venissero assegnati come lavoratori ai coloni. In questo modo sorse però una specie di casta privilegiata, formata da agricoltori e funzionari che si attribuirono privilegi e commisero abusi di ogni genere ai danni dei piccoli coloni. La colonizzazione penitenziale venne gradualmente soppressa.

La storia dell'Australia nel corso del XX° secolo è stata una storia di continuo progresso economico e sociale, scarsamente influenzato dall'alternarsi dei vari partiti al potere che, non essendo divisi da grandi differenze ideologiche, spesso stabilivano fra loro alleanze. Nel corso del 1900 la Costituzione fu approvata con una serie di referendum nelle varie colonie ed entrò in vigore il 1º gennaio del 1901, dopo la ratifica del Parlamento inglese.

Nel 2000 la città di Sydney ospitò i Giochi della XXVII° Olimpiade, segnati da un grande successo sportivo e di pubblico. La conseguente crescita economica fu bloccata tuttavia dalle tensioni sociali che caratterizzarono l'inizio del XXI° secolo, ma l'Australia ha cominciato a definire sempre meglio il proprio ruolo anche a livello mondiale, pur rimanendo sempre vivo il suo principale problema ovvero il rapporto con le popolazioni indigene e l'immigrazione.

Cultura

La cultura australiana si fonda su storie di combattenti, bushranger e coraggiosi soldati, ma anche di grandi eroi sportivi, lavoratori e intrepidi emigranti che hanno fatto la vera storia del paese sfidando la fortuna e la natura. La cultura australiana è frutto di una connubio vivace di culture differenti, di innovative idee e di una sua pulsante scena artistica.

Vaccinazioni

Non è previsto l'obbligo di nessuna vaccinazione. La situazione sanitaria in Australia è ottima. Risulta molto importante proteggersi dalle punture di insetti e quindi è sempre consigliato dormire con zanzariere o comunque utilizzare spray repellenti per insetti.

Moneta

La valuta ufficiale del paese è il dollaro australiano AUD (€ 1,00 circa AUD 1,50). 

 

Lingua

La lingua ufficiale è l'inglese. Grazie alla presenza di numerosi cittadini stranieri nel paese sono presenti numerose culture e si parlano diverse lingue tra cui, in particolar modo, lo spagnolo, l'italiano e il francese.

Fuso orario

3 fusi orari. Rispetto all'Italia: costa ovest +7 ore; zona centrale +8 ore e mezza, costa est +9 ore.

Elettricità

La corrente elettrica in Australia è di 220-240v e quindi è necessario un adattore. Solitamente le strutture albeghiere ne sono provviste, chiedere alla reception.

Prima di partire

CARTA DI CREDITO A GARANZIA

Al momento del Check-in in un hotel potrebbe capitare, di vedersi richiedere la Carta di Credito a garanzia. Ciò è totalmente slegato dal pagamento dei servizi effettuato dal Tour Operator ed è una prassi molto comune a livello internazionale. La carta di credito del cliente, viene richiesta, laddove l'hotel disponga di servizi opzionali a pagamento, quali il Minibar, la TV via Cavo, Boutique o Ristoranti, dove è possibile acquistare e di conseguenza far addebitare gli importi da saldare al momento del Check-out. Di conseguenza non meravigliatevi se al momento dell'accettazione, vi viene addebitato un importo. Lo stesso non è definitivo ma trattasi di deposito cauzionale in valuta che verrà "conguagliato" con l'importo definitivo delle eventuali spese sostenute. Soltanto in quel momento, la struttura alberghiera tratterà il definitivo importo.

ESCURSIONI

Il Tour Operator consiglia di controllare eventuali escursioni acquistate in loco da organizzazioni non ufficiali e da privati e, in ogni caso, resta inteso che il nostro corrispondente locale non è responsabile per i disservizi causati dall’acquisto delle stesse. Vi invitiamo pertanto ad effettuare le opportune verifiche insieme al nostro assistente locale ed, eventualmente, a pianificare le escursioni così come l'eventuale noleggio di un'autovettura. Il Tour Operator comunica inoltre che non ha alc.un interesse diretto sulle vendite delle stesse.

AMBIENTE NATURALE E ANIMALI PERICOLOSI

La fauna dell’Australia è davvero unica e costituisce da sempre una delle principali attrattive del paese. Qui, oltre a particolari animali autoctoni, che hanno preservato caratteristiche originali sin dai tempi più remoti (basti pensare alla particolarità del koala o dell'ornitorinco), sono presenti anche animali su cui è bene avere una piccola formazione, informandosi presso i Resort, i Parchi Nazionali o semplicemente acquistando delle guide turistiche dedicate.

Gli australiani nel tempo hanno imparato a convivere con la loro meravigliosa natura e sono molto organizzati nell'informare i turisti. Quindi, sulle spiagge interessate, si trovano cartelli che avvertono di un eventuale pericolo ed è facile trovare reti di protezione o bandierine rosse e gialle che richiamano l’attenzione di chi ama nuotare. "Between the flags" è il motto onnipresente sulle spiagge dei surfisti, quindi mai di notte o all’alba e mai da soli.

Bisogna fare attenzione, nei Parchi, ai tranquilli e freschi corsi d’acqua interni, alla foce di un fiume o lungo i pendii che conducono ad acque più profonde. Qualche animale, all’interno del suo habitat, potrebbe essere disturbato dalla presenza umana! Le guide ed i rangers forniscono le giuste indicazioni sui luoghi in cui poter fare il bagno in tutta tranquillità.

Per le passeggiare nel bush o durante le escursioni, è bene indossare sempre calzature adatte e protettive (ottime le scarpe da trekking ovunque).

 
 
 

Segui i consigli utili di maria